* INFORM *

INFORM - N. 212 - 7 novembre 2001

Da Firenze la proposta di uno Statuto europeo delle Regioni

Il documento consegnato dal Presidente della Toscana Martini al Presidente della Commissione Europea Prodi

FIRENZE - Un appello rivolto a tutti i capi di stato e di governo dell'Unione per un'Europa "di prossimità" che possa essere più vicina ai cittadini, una proposta di statuto delle Regioni che riconosca il loro nuovo ruolo e venga discussa nella conferenza intergovernativa del 2004. Sono i due principali documenti partoriti dall'ufficio politico della Conferenza delle Regioni periferiche marittime, che si è riunita a Palazzo Bastogi a Firenze. E sono gli stessi due documenti consegnati a Romano Prodi, nell'incontro alla Badia Fiesolana, dal presidente della Regione Toscana Claudio Martini, coordinatore del gruppo di lavoro sulla governance in seno al bureau.

"Il deficit di democrazia di cui soffre l'Europa si risolve infatti - ha sottolineato Martini - anche con un maggior coinvolgimento dei livelli di governo più vicini ai cittadini. E la nuova architettura dell'Unione deve necessariamente fare i conti con i processi di devolution, di riforma istituzionale e di decentramento messi in atto in vari Stati, che hanno affidato alle Regioni competenze esclusive che sono anche materia europea".

Le regioni periferiche marittime avanzano dunque una proposta di riforma, che non disconosce il ruolo degli Stati ma che tenga in considerazione questa nuova realtà per cementare ancora di più la coesione, pur nella diversità, all'interno dell'Unione.

Ma la Conferenza, che è cresciuta molto in questi anni e conta oramai 145 regioni che non sono solo europee ma di tutto il bacino del mediterraneo, non ha discusso solo di riforme istituzionali. Ha approfondito anche i temi della collaborazione interistituzionale e portato avanti i lavori consueti con l'obiettivo di elaborare strategie comuni su pesca, trasporti, sicurezza marittima ed altre materie che possano colmare il divario che oggi esiste tra le varie regioni del Mediterraneo e l'Europa continentale.

Proprio Firenze, a ottobre dell'anno scorso, aveva ospitato l'assemblea generale della Conferenza delle Regioni periferiche marittime. L'ufficio politico, dopo l'incontro con Prodi, è tornato a Palazzo Bastogi per concludere i lavori. (Inform)


Vai a: