* INFORM *

INFORM - N. 212 - 7 novembre 2001

Lettera aperta del CEDIEM ai mass media del Ticino: L’emigrazione cerca spazi

LUGANO - L’emigrazione, nonostante gli sforzi che profonde per incrementare la comunicazione e l’informazione, cozza sempre contro ostacoli che sbarrano la strada ad ogni buona volontà. Ed anche quando l’associazionismo migratorio si impegna a lanciare qualche foglio, bollettino o giornale alcune volte all’anno, in genere - sostiene il CEDIEM - non raggiunge più del 5 % dell’intera collettività.

Il Centro documentazione e informazione emigrazione di Lugano ha preso sotto esame il Ticino (ove la comunità italiana conta almeno 80 mila persone) ed ha inviato ai principali organi d’informazione del Ticino, avanzando una motivata richiesta di collaborazione, la lettera aperta che riportiamo.

Da una sommaria indagine a campione fatta sul territorio risulta che almeno il 70 % degli italiani in Ticino legge un quotidiano, sia esso il Corriere del Ticino, il Giornale del Popolo o la Regione. Chi è abbonato, chi compera il giornale a fine settimana, chi lo acquista due tre volte la settimana. Lo stesso discorso (ma con motivazioni più marcate) vale per Il Lavoro, settimanale dell’organizzazione cristiano sociale, sindacato che vanta una sezione estera che è componente importante e in qualche settore determinante dell’intera compagine sindacale.

Il CEDIEM che ha svolto questi rilievi statistici, ritiene che i giornali ticinesi possano essere veicoli adatti per far giungere agli italiani in Ticino tutte le informazioni e le notizie che li possano in qualche modo interessare: l’integrazione nel paese d’accoglienza non taglia i contatti con le radici, anzi li valorizza e li approfondisce.

Sulla base di questa riflessione CEDIEM (che pur continua a trasmettere informazioni, notizie, riflessioni, prese di posizione) ritiene che la collaborazione dovrebbe essere più intensa. Anche perché risulta che i ticinesi stessi sono spesso interessati a quanto avviene o si dice e propone nell’ambito dell’associazionismo migratorio. Una voce nel deserto questa richiesta di maggior collaborazione (quindi un po’ più di spazio nella stampa ticinese); o qualcuno nella stanza dei bottoni accenderà una luce più chiara? (Inform)


Vai a: