* INFORM *

INFORM - N. 211 - 6 novembre 2001

Costalli (Mcl) Accelerare i tempi per accordo di cooperazione e amicizia fra Italia e Croazia

ROMA - Al rientro da una visita di tre giorni in Istria e Dalmazia, il Presidente nazionale del Mcl Carlo Costalli ha affermato: "E’ indispensabile accelerare i tempi per la definizione di un accordo di cooperazione e amicizia fra Italia e Croazia le cui basi sono state gettate nel coso della visita del Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi, lo scorso 9 e 10 ottobre, a Fiume e a Pola".

"Un accordo che volti pagina rispetto al passato e che apra la strada, soprattutto, a una nuova stagione di convivenza per gli italiani che vivono in Istria. E’ un’esigenza non più rinviabile perché gli italiani in quelle terre – ha affermato Costalli – continuano ad essere una minoranza fortemente discriminata, sia a livello culturale che politico; il tutto a dispetto di una obiettiva cospicua presenza sul territorio che ha visto, per esempio, le scuole italiane passare da 15 a 44. La nuova Europa non può costruire le sue fondamenta sulle discriminazioni delle minoranze".

"Il Presidente Ciampi – ha concluso Costalli – ha coraggiosamente indicato una strada che può essere un esempio: il Trentino/Sud Tirol. Ogni ulteriore ritardo allontanerebbe ancora la Croazia dall’Europa". (Inform)


Vai a: