* INFORM *

INFORM - N. 208 - 31 ottobre 2001

Tremaglia: la Finanziaria non penalizza i nostri connazionali all’estero. Il Governo intende accogliere la proposta di elevare a 10 miliardi il finanziamento per la stampa italiana all'estero

ROMA - Dopo che il Governo ha deciso di accogliere la richiesta presentata dal Ministro per gli Italiani nel mondo di un aumento da quattro a dieci miliardi del finanziamento per la stampa italiana all’estero, l’on. MirkoTremaglia sottolinea, in un comunicato, che la Finanziaria attualmente all’esame del Senato, non risulta affatto penalizzante nei confronti dei nostri concittadini all’estero, come alcune preventive critiche dall’opposizione avevano voluto far credere.

Per quanto riguarda i corsi di lingua il finanziamento in prima assegnazione è di 45 miliardi, uno in più dello scorso anno. Sei miliardi furono poi aggiunti con l’assestamento e nulla impedisce che anche quest’anno con l’assestamento si giunga ad analogo risultato. Sui capitoli dell’assistenza culturale e dell’assistenza diretta e indiretta ai nostri connazionali gli stanziamenti di quest’anno sono uguali a quelli dello scorso esercizio. Per le spese di bonifica dell’anagrafe consolare, infine si è ottenuto un miliardo e mezzo in più rispetto alla precedente finanziaria.

"Nessun taglio quindi", dice il Ministro Tremaglia, che guarda fiducioso anche alla fase di assestamento per ritocchi migliorativi nei confronti delle nostre comunità lontane. (Inform)


Vai a: