* INFORM *

INFORM - N. 204 - 27 ottobre 2001

"L’integrazione europea vista da vicino". Bilancio di una settimana di incontri Trentino-Romania

TRENTO – Una settima densa di incontri, di riflessioni, di occasioni di reciproca conoscenza: questo il bilancio che si può tracciare alla conclusione dell’iniziativa intitolata "L’integrazione europea vista da vicino: il significato e le esperienze della propria comunità", organizzata dalla Provincia Autonoma di Trento e che rientra nel progetto di gemellaggio predisposto in collaborazione con la Contea di Bacău, i Comuni del Tesino ed i comuni romeni di Hemeiuş, Margineni e Zernesti.

L’iniziativa ha occupato tutto l’arco della settimana, da lunedì 22 ottobre, e ha visto la presenza, ospite della comunità del Tesino, di una folta delegazione rumena proveniente dalla Contea di Bacau.

Il momento più significativo è stato sicuramente quello vissuto giovedì 25 - al termine di una tavola rotonda convocata a Castello Tesino, nella storica cornice di Palazzo Gallo, per riflettere sul tema dell’integrazione europea – con la lettura della solenne dichiarazione di fratellanza (un momento "forte", previsto ufficialmente dalla Comunità europea in materia di gemellaggi) fra i comuni tesini e le tre municpalità rumene.

Il progetto è stato approvato dalla Commissione europea nell’ambito del programma "Town Twinning" e prevede una spesa complessiva di 41.500 euro (pari a 80.355.205 lire) per la quale la Commissione europea ha deciso di concedere un contributo finanziario di 20.750 euro (40.177.602 lire) corrispondenti al 50% del costo complessivo preventivato.

Fin dal 1989 la Commissione europea ha dato vita ad un programma di gemellaggi finalizzato a consolidare i rapporti tra le città ed a promuovere iniziative, mediante la concessione di sovvenzioni specifiche, allo scopo di instaurare duraturi rapporti di collaborazione fra le comunità locali dei differenti paesi europei al fine di scambiare esperienze nei vari settori della vita sociale e culturale per progredire verso un comune sviluppo. Le attività di gemellaggio permettono infatti ai cittadini di paesi diversi di conoscersi e svolgere attività in comune contribuendo così a rafforzare la coesione dell’Europa.

La Provincia Autonoma di Trento ha da tempo avviato rapporti di collaborazione con alcune regioni della Romania partecipando a progetti europei per lo sviluppo dell’amministrazione locale. Da tali esperienze è nata la volontà di attivare iniziative in favore di gemellaggi fra comunità trentine e rumene. In particolare le attività previste da questo progetto sono state proposte alle amministrazioni comunali della conca del Tesino, alla Contea di Bacau (Romania) la quale ha a sua volta coinvolto le amministrazioni comunali di Hemeiuş e Margineni, ed al Comune di Zernesti (Romania) dove č presente una consistente popolazione di origine trentina che affonda le sue radici nell’immigrazione di metà ‘800. (d.f.-Inform)


Vai a: