* INFORM *

INFORM - N. 199 - 20 ottobre 2001

Immigrazione clandestina in Gran Bretagna: più controlli all’Eurotunnel

LONDRA - Il governo inglese, che già negli ultimi tempi aveva stabilito di intensificare le misure di controllo dell’immigrazione clandestina, sembra ulteriormente deciso ad impiegare nuovi mezzi per raggiungere i suoi scopi. Il punto debole è ancora una volta rappresentato dall’Eurotunnel sotto la Manica. L’intenso traffico di camion e treni viene utilizzato dai clandestini per passare dalla Francia all’Inghilterra, che risulta essere il paese preferito di molti profughi ed emigranti.

Nei primi mesi di quest’anno sono state fermate 18'500 persone che tentavano di raggiungere illegalmente la Gran Bretagna: in media 80 al giorno. Si calcola che 26 siano, invece, i clandestini che riescono a passare quotidianamente.

Di recente il numero degli arrestati è aumentato considerevolmente perché le misure di controllo sono diventate molto più capillari. Per il prossimo futuro il governo inglese prevede anche l’utilizzo di macchinari di alta tecnologia: sistemi a raggi X e impianti acustici in grado di rivelare la presenza di persone nascoste. (Luisa Deponti-CSERPE/Inform)


Vai a: