* INFORM *

INFORM - N. 194 - 15 ottobre 2001

Ciampi: "La difesa della lingua, come fattore unificante dell'identità e cultura italiana"

PERUGIA - Il presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi, proseguendo la sua visita nella Regione Umbria, si è incontrato con il mondo accademico e con gli studenti dell'Università per Stranieri di Perugia. Ciampi, parlando nell'Aula Magna dell'ateneo perugino, ha messo in evidenza che "è la nostra nuova lingua, l'italiano, che ci distingue come nazione dalla madre Roma; che ci differenzia da tutte le altre nazioni sorelle neolatine; e che crea un indissolubile legame e senso di identità e di comunità fra tutte le regioni della penisola".

Il Presidente della Repubblica ha aggiunto che "la difesa della lingua, come fattore unificante dell'identità e cultura italiana, dal momento stesso in cui il toscano viene accettato e si diffonde ovunque come idioma nazionale, si esprime anche nella straordinaria continuità attraverso i secoli della nostra lingua colta. Fra tutti i popoli europei, siamo probabilmente il solo dove ancora oggi si possono leggere scrittori del Duecento o del Trecento senza difficoltà alcuna, come fossero nostri contemporanei".

Creando la lingua italiana - ha detto ancora Ciampi -, essi avevano creato anche l'Italia. Per una Nazione senza Stato, la lingua, e i suoi massimi interpreti furono la nostra Bibbia, la ragione stessa del nostro essere e definirci italiani". (Inform)


Vai a: