* INFORM *

INFORM - N. 190 - 9 ottobre 2001

Lettera aperta di italiani in Svizzera a Ciampi: troppa fretta nel controfirmare la legge sulle rogatorie

BERNA - Una lettera aperta è stata inviata da un gruppo di italiani in Svizzera al presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi. Eccone il testo:

"Signor presidente, siamo profondamente costernati dalla frettolosità e leggerezza con le quali lei ha controfirmato una legge sulla rogatoria internazionale, che di fatto mette l’Italia fuori della legislazione europea ed internazionale.

Per noi italiani che lavoriamo e viviamo in Svizzera, è stato particolarmente pesante il giudizio, a proposito, del ministro della Giustizia elvetico, signora Ruth Metzler, che in un incontro con il ministro Castelli, si era lamentata del fatto che con questa legge l’Italia stravolgeva anche il trattato italo-svizzero per la lotta alla criminalità finanziaria.

Lei, signor presidente, non avrebbe dovuto avallare una legge emanata in fretta e furia (all'ombra della tragica situazione mondiale ed in una settimana preelettorale, che usualmente vede le camere chiuse) da un parlamento che assomiglia sempre più al consiglio di amministrazione e sempre meno ad un parlamento di uno stato democratico.

Questo suo atto offende il nostro senso di giustizia e ci sentiamo fortemente traditi da chi avrebbe dovuto, invece, garantire l'internazionalità dell'Italia e la convivenza del popolo italiano. Con questa sua firma lei ha, di fatto, sottratto al giudizio dei giudici italiani anche individui che, malauguratamente, ricoprono altissime cariche istituzionali.

Per concludere, signor presidente, ci sentiamo in dovere di metterla a conoscenza del fatto, che noi italiani all’estero, dopo una fase di riconoscimento, ritorniamo ad essere additati come cittadini di uno stato che legalizza l'illegalità".

Un gruppo di italiani in Svizzera: Criscione Leoluca, Palladino Antonio, Trotta Corrado, Ciervo Antonio, Corradini Francesco, Fiasco Tommaso, Mignogna Michele, Zullo Giuseppe.

leoluca.criscione@freesurf.ch


Vai a: