* INFORM *

INFORM - N. 189 - 8 ottobre 2001

Attacco all’Afghanistan: la preoccupazione della FOCSIV per i civili e i volontari detenuti

ROMA – A seguito dell’attacco sferrato ieri contro l’Afghanistan, Volontari nel mondo – FOCSIV (la Federazione di 52 Ong di volontariato internazionale) si dissocia dalla risposta militare che mette a repentaglio la vita di molti civili. Affidare alla violenza ed alla guerra la ripresa del cammino per un futuro di pace e di convivenza civile rischia di colpire intere popolazioni, di protrarsi per tempi incalcolabili e causare drammi inestimabili. Per questo, la FOCSIV si rivolge alla comunità internazionale affinché vengano adottate tutte le misure necessarie per garantire alla popolazione civile, ai profughi, ai rifugiati e agli otto volontari arrestati lo scorso agosto e detenuti dai talebani, la propria sicurezza e il rispetto dei diritti umani fondamentali.

La FOCSIV chiede che si torni presto a far tacere le armi e che sia il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite ad individuare le modalità e gli strumenti più efficaci per la lotta al terrorismo e per la ricerca e punizione degli autori degli attentati dell’11 settembre scorso, nell’osservanza delle norme sancite dal diritto internazionale. (Inform)


Vai a: