* INFORM *

INFORM - N. 189 - 8 ottobre 2001

Antonione: L'Italia pronta a considerare un ulteriore allargamento della NATO

ROMA - Intervenendo il 5 ottobre a Sofia al Vertice dei Paesi candidati all’adesione all’Alleanza Atlantica (c.d. Gruppo di Vilnius), il Sottosegretario agli Esteri Roberto Antonione ha confermato che "l’Italia e’ pronta a considerare, nei modi e nei tempi più opportuni, un ulteriore allargamento della NATO che salvaguardi la coerenza politica ed operativa dell’Organizzazione e ne rafforzi - e riequilibri sul piano geo-strategico - la capacità di fronteggiare minacce e rischi per la comune sicurezza".

Insistendo sulla necessità di fornire "valore aggiunto" al consolidamento della sicurezza e della stabilità in Europa, specie laddove ve ne è più bisogno (come nei Balcani), il Sottosegretario Antonione ha invitato a "concepire ed attuare il processo di allargamento con la dovuta gradualità e con la massima attenzione alle potenziali ricadute positive " sull’intera area euro-atlantica.

Del Gruppo di Vilnius fanno parte Albania, Bulgaria, Estonia, Lettonia, Lituania, Macedonia, Romania, Slovacchia e Slovenia, cui si è aggiunta recentemente anche la Croazia. Una decisione della NATO sull’adesione di nuovi membri (dopo che nel 1999 sono entrati Polonia, Repubblica Ceca ed Ungheria) è attesa al Vertice di Praga del novembre 2002.

Con l’occasione, il Sottosegretario Antonione ha incontrato alla Farnesina il Vice Ministro bulgaro Kuneva. Sono stati esaminati i temi dell’allargamento dell’Unione Europea, della cooperazione regionale (con particolare riguardo al prossimo Vertice dell’INCE che si svolgerà nel mese di novembre a Trieste), e lo stato dei rapporti bilaterali. E’ stato deciso di intensificare il dialogo politico e di imprimere ulteriore impulso alle relazioni economiche convocando quanto prima la Commissione mista. (Inform)


Vai a: