* INFORM *

INFORM - N. 180 - 25 settembre 2001

DOCUMENTAZIONE

COMMISSIONE CONTINENTALE PER L’AMERICA LATINA DEL CGIE

(Santiago del Cile, 17-18-19 settembre 2001)

Gruppo di lavoro sulla Rete Consolare

Il Gruppo di lavoro "Rete Consolare", composto da: Laude Canali, Maurenzo Davico,Angelo Del Duca, Giovanni Di Donato, Giuseppe Negro, Walter A. Petruzziello, Francesco Rotundo, Jose Saponara, Adriano Toniut

RILEVATO

lo stato attuale, di EMERGENZA dichiarato in tutta l’America Latina, la drammatica situazione dei Consolati, già oggetto di innumerevoli proteste, interventi, documenti presentati sia in sede di Commissioni Continentali sia di Assemblee Plenarie, senza finora aver trovato interlocutori o risposte valide.

RITENUTO

che la situazione si aggrava ogni giorno e che nessun provvedimento é stato preso al riguardo;

RIBADITO

Le richieste già presentate nei documenti prodotti in precedenza nelle Assemblee Continentali, principalmente in quelle di Città del Messico e Lima.

Al fine di dare soluzione sui problemi della Rete Consolare:

CHIEDE:

a – l’istituzione di sedi consolari in Paesi: Peru, Cile e Colombia;

b – l’urgente aumento dell’organico laddove i ritardi dei servizi consolari siano diventati insostenibili;

c – per evitare di programmare vuoti negli organici degli Uffici Consolari, rientri tempestivamente e avvicendamenti del personale di ruolo. Ove manchino candidati; di procedere a destinazione per esigenze di servizio;

d – di aumentare l’organico del personale assunto in loco, al fine di snellire le procedure; e di istituire Agenzie Consolari nei centri di maggior concentrazione di connazionali e discendenti, in modo da decentrare il lavoro dei Consolati;

f - di adeguare i contributi ai titolari delle agenzie e dei Consolati: onorari, laddove esistono, affinché questi possano adempiere in maniera piú consona ai loro doveri;

g – che la nomina dei rappresentanti Onorari sia preceduta anche da un parere degli Organismi di rappresentanza della collettività;

h – che il personale degli Uffici Consolari e Diplomatici, come già disposto dal MAE, abbia ricevuto adeguata formazione professionale anche sotto il profilo dei rapporti umani con i connazionali;

Considerata la gravità della situazione si dà mandato al Segretario Generale Franco Narducci di agire con la massima urgenza facendo pervenire il presente documento al Ministro degli Affari Esteri Renato Ruggero, al Ministro degli Italiani nel Mondo On. Mirko Tremaglia, al Direttore Generale della DGIEPM Min. Carlo Marsili e al Comitato di Presidenza.

Santiago, 19 settembre 2001

Approvato all’unanimità

(Inform)
Vai a: