* INFORM *

INFORM - N. 177 - 20 settembre 2001

Dichiarazione G8 dei Capi di Stato e di Governo: le Convenzioni delle Nazioni Unite sono la base di riferimento per la lotta al terrorismo

ROMA - E' stato reso noto dalla Farnesina il testo integrale della dichiarazione G8 dei Capi di Stato e di Governo a seguito degli attentati terroristici negli USA.

"Noi, i capi di Stato del G8, condanniamo fermamente gli atti barbarici di terrorismo perpetrati contro gli Stati Uniti d’America l’11 settembre. Le nostre condoglianze non sono limitate alle frontiere americane perché New York e Washington sono città internazionali dove tante nazionalità vivono insieme. Gli autori di tali atti, e tutti coloro che li hanno in qualche modo assistiti o sostenuti con qualsiasi mezzo, hanno lanciato un’offensiva contro persone innocenti e contro i valori comuni e gli interessi della comunità internazionale. Le loro azioni costituiscono una minaccia profonda alla pace, alla prosperità e alla sicurezza di tutti popoli, di ogni fede, in ogni nazione. Non permetteremo a coloro che diffondono l’odio ed il terrore di dividere i popoli e le culture del mondo.

La Carta delle Nazioni Unite impegna inequivocabilmente tutti suoi membri, mediante efficaci misure, al mantenimento della pace e della sicurezza internazionale.

Le 12 Convenzioni delle Nazioni Unite contro il terrorismo costituiscono la base di riferimento per azioni internazionali alla lotta al terrorismo. In risposta agli eventi brutali dell’11 settembre sollecitiamo tutti i paesi a ratificare questi provvedimenti al più presto e ad applicare immediatamente i termini delle convenzioni, ancora prima della ratifica.

Abbiamo chiesto ai nostri Ministri degli Esteri, delle Finanze e della Giustizia ed agli altri Ministri interessati di predisporre una lista di misure specifiche per rafforzare la nostra cooperazione contro il terrorismo, includendovi: l’estensione dell’utilizzo di misure e sanzioni finanziarie al fine di fermare il flusso di finanziamenti ai terroristi, la sicurezza del trasporto aereo, il controllo delle esportazioni delle armi, la cooperazione internazionale nella sicurezza e nelle informazioni, la negazione di tutti i mezzi di sostegno al terrorismo e la neutralizzazione delle minacce terroristiche. Tramite l’identificazione e la messa in atto di misure specifiche, sottolineiamo la nostra determinazione a perseguire secondo le regole del diritto gli autori di questo oltraggio, a combattere tutte le forme di terrorismo e a prevenire attacchi futuri e rafforzare la cooperazione internazionale contro questo flagello globale.

Lavoreremo insieme e saremo a fianco di tutti coloro che sono pronti ad unirsi a noi in questa impresa". (Inform)


Vai a: