* INFORM *

INFORM - N. 173 - 14 settembre 2001

Consegnato alla "Dante Alighieri" il premio al traduttore bielorusso Vladimir Skarynkin

ROMA - "Con immenso piacere, a nome della Società Dante Alighieri, consegno questo premio a Vladimir Skarynkin, poeta e traduttore bielorusso capace di aprire gli occhi del suo Paese ad un tipo di poesia che non trova eguali al mondo". Con queste parole il prof. Italo Borzi, Consigliere Centrale della "Dante Alighieri", titolare della Cattedra Dantesca della Fondazione "Besso", e già Direttore Generale della Proprietà Letteraria Scientifica della Presidenza del Consiglio dei Ministri, ha consegnato a Vladimir Skarynkin, traduttore in bilerosusso de La Divina Commedia e de La Vita Nuova, quest’ultima opera di prossima pubblicazione, un premio di studio di lire tre milioni.

Alla cerimonia, svoltasi venerdì 14 settembre scorso a Roma, in Palazzo Firenze, Sede Centrale della "Dante", era presente, oltre ad Alessandro Masi, Segretario Generale della Società, l’Ambasciatrice bielorussa a Roma Natalia Drozd, la quale ha sottolineato come "non ci sia modo migliore per riunire due Paesi che quello di condividere l’opera letteraria italiana più bella e significativa, La Divina Commedia".

Molto emozionato il poeta Vladimir Skarynkin, il cui intervento ha lasciato trasparire la sua profonda ammirazione per Dante Alighieri: "Per ben cinque anni Dante è senza dubbio stato il mio migliore amico e confidente, con il quale ho diviso ogni istante della mia vita. Anche i critici più severi in Bielorussia hanno apprezzato questo lavoro, quindi vuol dire che forse ho ben interpretato la filosofia del sommo poeta toscano. Del resto il mio metodo è quello di ricreare l’opera e non esclusivamente di tradurla. E poi il 12 di questo mese ho realizzato il sogno di visitare la tomba di Dante a Ravenna, provando un’emozione indescrivibile".

Durante l’incontro, infine, è stato letto un telegramma di saluto e di congratulazioni da parte dell’Ambasciatore d’Italia a Minsk, Stefano Benazzo, impossibilitato ad intervenire.

(Inform)


Vai a: