* INFORM *

INFORM - N. 170 - 11 settembre 2001

Attacco Usa – Tremaglia: esecrazione e solidarietà

ROMA - Al popolo americano, agli italoamericani e agli italiani d’America il ministro per gli Italiani nel Mondo, Mirko Tremaglia, rivolge un caldo messaggio di solidarietà davanti all’immane tragedia provocata da un terrorismo ancora senza volto.

Il ministro, che ha seguito minuto per minuto le drammatiche notizie, anche contattando direttamente esponenti della collettività italiana in America, ha condiviso completamente il breve messaggio del presidente della Repubblica associandosi alle parole di condanna. Si è anche detto estremamente preoccupato per la disumanità degli attentati che hanno colpito cittadini inermi nel cuore politico, economico e militare della maggiore potenza del mondo.

Un particolare pensiero va ai numerosissimi cittadini di origine italiana coinvolti dai sanguinosi avvenimenti e con tanta apprensione si attendono notizie più precise sulla loro sorte. Esecrazione e condanna, da una parte, la piena solidarietà dall’altra: sono questi i sentimenti che il ministro Tremaglia esprime a caldo. Gli Stati Uniti – dice l’onorevole Tremaglia – sono un grande Paese al cui sviluppo tanto hanno contribuito gli italiani. Saprà superare questa dura prova. Ed anche in questa terribile situazione i nostri italoamericani sapranno fare la loro parte, ed il mio ministero sarà al loro fianco. (Inform)

Unità di Crisi presso il Consolato generale d'Italia a New York

Nel ribadire il suo dolore per quanto capitato agli Stati Uniti, e in particolare per quanto è stata colpita la comunità italiana, Tremaglia comunica inoltre che su suo diretto intervento, presso il Consolato generale d'Italia a New York il responsabile, ministro Radicati, ha provveduto ad istituire una Unità di Crisi per raccogliere e diffondere tutte le notizie riguardo la nostra collettività. Per informazioni si può telefonare allo 001 212 4398600 oppure allo 001 212 4398631. (Inform)


Vai a: