* INFORM *

INFORM - N. 170 - 11 settembre 2001

Attacco USA - Silvana Mangione (CGIE) da New York

NEW YORK - Desidero ringraziare tramite le agenzie di stampa dell'emigrazione il ministro Tremaglia, la sua segreteria e tutti i colleghi che malgrado la difficoltà delle comunicazioni con New York sono riusciti a mettersi in contatto con me da tutto il mondo e mi hanno dimostrato - se ce ne fosse stato bisogno - quanto grande e splendida è la famiglia degli italiani all'estero e quanto forti sono i legami della sincera amicizia.

Non voglio commentare a caldo quanto è successo. Desidero concentrarmi sulle ricadute che gli orribili fatti di oggi hanno avuto sulla nostra comunità. Non sappiamo ancora quanti connazionali, e quanti americani di origine italiana, fra i tantissimi che lavoravano al World Trade Center, siano riusciti a salvarsi. Sia il nostro Consolato generale sotto la guida del ministro Giorgio Radicati, sia la Italy America Chamber of Commerce stanno cercando di raccogliere informazioni con ogni mezzo.

Una notizia che ci ha fatto molto piacere è quella della salvezza per miracolo - "per pochi secondi" ha detto lui stesso - del dott. Lucio Caputo, presidente dell'Italian Wine and Food Institute che aveva sede nel WTC. In attesa di potervi dare altre notizie rinnovo il mio commosso ringraziamento anche alle nostre agenzie di stampa sempre presenti nei momenti difficili delle nostre vite. (Silvana Mangione)


Vai a: