* INFORM *

INFORM - N. 168 - 7 settembre 2001

Entro il 15 ottobre le domande di contributo alla Regione Veneto per iniziative a favore degli immigrati

VENEZIA - Partono le procedure regionali per favorire, con una spesa complessiva per il 2001 di due miliardi, gli interventi per accogliere e inserire socialmente e culturalmente gli immigrati nel Veneto e gli emigrati veneti di ritorno. Ne dà notizia l'assessore regionale all'immigrazione Raffaele Zanon.

Entro il 15 ottobre prossimo gli enti locali, le scuole, gli organismi e le associazioni iscritte al registro regionale dell'immigrazione potranno fare domanda di contributo alla Regione Veneto per il finanziamento di interventi che riguardino specificamente l'accoglienza, l'informazione, la formazione e l'apprendimento della lingua italiana, il diritto allo studio e l'inserimento scolastico, l'inserimento culturale, il sostegno delle associazioni che si occupano di immigrazione.

"L'apertura del bando - spiega Zanon - è prevista dal Programma regionale 2001 sull'immigrazione, approvato nel luglio scorso dalla Giunta veneta, che ha assegnato 12.5 miliardi complessivi al settore. Esso individua come beneficiari finali di tutti gli interventi gli immigrati extracomunitari regolarmente presenti nel Vento, e con criteri di priorità, gli emigrati veneti di ritorno e i loro discendenti in un approccio integrato ai problemi aperti dalle migrazioni nel Veneto".

I criteri di presentazione delle istanze di contributo, previsti dalla delibera regionale, prevedono sostanzialmente che i soggetti ammessi ai contributi siano enti locali, istituzioni scolastiche, organismi ed associazioni iscritte al registro regionale dell'immigrazione; gli interventi ammessi riguardino in particolare l'accoglienza, la formazione, l'informazione, l'inserimento sia scolastico che culturale, l'apprendimento della lingua italiana, il sostegno delle associazioni che operano a favore dell'immigrazione; i soggetti destinatari degli interventi siano gli immigrati extracomunitari regolarmente presenti nel Veneto e gli emigrati veneti di ritorno da paesi extracomunitari e i loro discendenti.

Tutte le iniziative che richiedono il contributo regionale devono essere preliminarmente approvate dai Comuni del territorio interessato; le domande dei contributi vanno presentate, entro il 15 ottobre 2001, all'indirizzo del Presidente della Giunta regionale, Palazzo Balbi, Dorsoduro 3901, 30123 Venezia (le istanze potranno anche essere consegnate a mano all'Ufficio Protocollo in arrivo della Giunta regionale, Palazzo Balbi, Venezia); le domande di contributo saranno valutate, su scala provinciale, in relazione alla coerenza con la programmazione regionale, alle priorità di intervento nelle aree provinciali, alla capacità di coinvolgere molteplici soggetti, al rapporto costi-benefici, alla destinazione delle iniziative agli emigrati veneti di ritorno. (Inform)


Vai a: