* INFORM *

INFORM - N. 167 - 6 settembre 2001

Conferenza contro il razzismo: soddisfazione di Sergio Marelli per il discorso ufficiale delle ONG

DURBAN - Mirna Cunningham: donna, appartenente ad una minoranza etnica del Centro America, Rettore della Libera Università di Guatemala. E’ lei la persona delegata dal Comitato direttivo Internazionale del Forum delle ONG a Durban a tenere il discorso ufficiale alla Conferenza governativa contro il razzismo. Forse uno dei migliori simboli di quanto le ONG hanno presentato, richiesto e condannato di fronte alle delegazioni governative e degli organismi internazionali presenti a Durban.

"Un grande applauso liberatorio – commenta Sergio Marelli, presente a Durban in qualità di presidente dell’Associazione delle ONG italiane che raggruppa 164 Organizzazioni non governative di solidarietà e cooperazione internazionale – ha salutato la fine dell’intervento delle ONG alla riunione plenaria della Conferenza, a sottolineare la completezza e la condivisione di tutte le ONG presenti dell’intervento..."

"Un intervento assolutamente da sottoscrivere – continua Marelli - per aver toccato i principali temi, già noti ai più e oggetto dei lunghi e travagliati lavori preparatori alla conferenza, ed altri altrettanto fondamentali e di eguale gravità ma con meno risonanza sugli organi di informazione".

Così sono stati elencate con efficacia le misure e le proposte delle ONG su temi quali la salvaguardia della biodiversità e lo sfruttamento ambientale, la necessità di un deciso incremento della cooperazione internazionale e la cancellazione del debito estero dei Paesi poveri, gli strumenti e i modelli già sperimentati in passato per la riparazione per i crimini di guerra commessi, l’urgenza di un grande ed efficiente lavoro di educazione e di instaurazione di misure di prevenzione, onde educare le giovani generazioni a pratiche rispettose e valorizzanti la diversità delle idee, delle religioni, dei popoli, ecc..

"Il non aver ripreso la questione medio orientale – dichiara il Presidente Marelli – è stato un gesto di assunzione di responsabilità da parte del Comitato Internazionale. Il conseguente riconoscimento, nel discorso pronunciato dalla signora Mirna, che nell’ambito del Forum si sono manifestate opinioni e posizioni differenziate e non mediabili, rispecchia e implicitamente ammette il clima di non completa trasparenza e di conflittualità emerso tra alcune delle Associazioni presenti a Durban. Inoltre è stato definitivamente precisato il pensiero delle ONG sulla convinzione che Durban abbia di fronte molte sfide alle quali rispondere, forse meno mediatiche rispetto al Medio Oriente, ma altrettanto drammatiche per i poveri e gli emarginati".

Nel frattempo, il lavoro dei drafting Committes impegnati nella stesura della Dichiarazione finale e del Piano di azione continua incessantemente per tentare di giungere a venerdì con un documento accettato per consenso, evitando così la pericolosa procedura del procedere per votazione, o peggio situazioni di stallo ed insuccesso della Conferenza. (Inform)


Vai a: