* INFORM *

INFORM - N. 167 - 6 settembre 2001

Vertice FAO: le ONG italiane chiedono garanzie per lo svolgimento del Forum mondiale delle ONG

ROMA – Riconfermando il pieno rispetto delle decisioni spettanti al governo riguardo la scelta della sede del vertice, il presidente Marelli ha ribadito la richiesta dell’Associazione ONG italiane affinché il previsto Forum mondiale delle ONG si svolga nella stessa città che verrà scelta per il vertice della FAO.

"Tengo ulteriormente a precisare che noi lavoriamo, e non da oggi, per i contenuti e non contro il vertice – ha dichiarato Marelli – ed è quindi indispensabile che vengano garantite le migliori condizioni logistiche affinché le ONG possano interloquire con i delegati che parteciperanno ai lavori del vertice: al Forum mondiale saranno infatti presenti oltre 400 rappresentanti delle Conferenze regionali mondiali che da un anno hanno avviato il processo di preparazione dei lavori e che rappresentano oltre 200 milioni di contadini dei paesi del Sud del mondo".

"Pur difendendo con decisione le nostre proposte – conclude Marelli – il dialogo e il confronto costruttivo con le istituzioni sono state sempre condizioni imprescindibili, al fine di individuare soluzioni concrete per porre rimedio alle diseguaglianze e ai disequilibri mondiali".

Al fine di chiarire ulteriormente le proprie richieste in vista dell’organizzazione del Vertice della FAO, l’Associazione delle ONG italiane ha inviato una lettera al ministro degli Esteri Ruggiero richiedendo un incontro per un’approfondita valutazione delle condizioni necessarie allo svolgimento del Forum mondiale delle ONG.

Inoltre, a seguito delle preoccupazioni espresse dal presidente dell’Associazione ONG italiane riguardo le dichiarazioni del ministro Giovanardi dei giorni scorsi sul Vertice della FAO, vi sono stati un contatto telefonico e un chiarimento tra quest’ultimo e Marelli, a Durban per la Conferenza mondiale sul Razzismo. (Inform)


Vai a: