* INFORM *

INFORM - N. 167 - 6 settembre 2001

Anche per i lavoratori italiani all'estero le "Stelle al merito del lavoro" della Provincia autonoma di Trento. Entro il 31 ottobre le proposte di conferimento

TRENTO – "Riconoscere il valore del lavoro, della professionalità, della dedizione in favore della propria azienda significa riconoscere un merito che va ben al di là della sfera personale e che investe quella sociale. Significa riconoscere un merito che ha significato e pregnanza morali altissimi e che contribuisce alla crescita dell’intera collettività." Con questo pensiero, l’assessore provinciale al Lavoro Remo Andreolli intende sottolineare l’importanza del rituale conferimento della "Stella al merito del lavoro", la cui cerimonia avrà luogo come di consueto il prossimo 1° maggio.

"La nostra è una terra di lavoratori, che ben meritano la nostra considerazione: lo testimonia l’elevata qualità della nostra manodopera, assai apprezzata anche all’esterno. Ne sanno qualcosa le migliaia di trentini che – fortunatamente in epoche ormai passate – erano costretti a emigrare all’estero per cercare fortuna e riuscivano a conquistare la piena fiducia e perfino la riconoscenza dei Paesi che li hanno ospitati. Con questo riconoscimento, la Provincia Autonoma – conclude Andreolli – intende dunque ribadire l’importanza del lavoro come fondamento della comunità trentina, utilizzando questo evento come occasione di ulteriore riflessione sulla situazione lavorativa del Trentino e sulle problematiche connesse, dall’andamento dell’occupazione al tema – di grande rilevanza – della sicurezza sul lavoro".

Le proposte di conferimento dovranno pervenire alla Provincia Autonoma di Trento, Servizio Lavoro, via Gilli 4, entro il termine improrogabile del 31 ottobre 2001. Requisito fondamentale per poter aspirare alla decorazione è l'esistenza di un rapporto di lavoro subordinato alle dipendenze di terzi. Si precisa che possono aspirare alla decorazione:

Per poter aspirare alla decorazione gli interessati dovranno essere in possesso dei seguenti requisiti:

E' opportuno sottolineare che l'esistenza del requisito relativo al possesso di particolari meriti di professionalità, perizia e di laboriosità, a parte la buona condotta morale, dimostra chiaramente che la decorazione non intende premiare la sola anzianità di lavoro la quale non può di per se stessa costituire requisito sufficiente per il conferimento.

Le proposte di conferimento della decorazione potranno essere presentate: dalle aziende presso cui prestano la loro opera i lavoratori interessati; dalle organizzazioni sindacali ed assistenziali; dagli stessi lavoratori interessati. Si fa presente che le proposte avanzate negli anni precedenti debbono ritenersi decadute e quindi dovranno eventualmente essere rinnovate ai fini del conferimento per l'anno 2002. Per ulteriori chiarimenti è a disposizione Roberto Nulli, funzionario del Servizio Lavoro, tel. n. 0461/494026. (d.f.-Inform)


Vai a: