* INFORM *

INFORM - N. 166 - 5 settembre 2001

Brasiliani da Vittorio Veneto a Belluno

BELLUNO - Qualche anno addietro era stato il Comune di Sedico a seguire la via dei patti di amicizia aperta da Longarone, ormai dieci anni fa, con il mondo dell’emigrazione bellunese e veneta in Brasile; così che dopo il gemellaggio con Urussanga, anche la vicina Criciuma aveva trovato un suo spazio per merito soprattutto della famiglia Pavei, originaria di Seghe di Villa, che si era attivata per raggiungere lo scopo.

Le cose della vita però vanno avanti e girano vorticosamente; così, qualche mese addietro, Criciuma si è gemellata con Vittorio Veneto. Sono molteplici infatti le componenti paesane della grande massa veneta che ha popolato nel giro di 130 anni le fertili terre del sud del Brasile, tanti trevigiani oltre ai bellunesi.

In questi giorni è giunta per di più la notizia che una qualificata delegazione di Criciuma, capeggiata dal sindaco Gois Bianchini, giungerà a Vittorio Veneto dal 15 al 22 ottobre prossimo, a restituire la visita che il collega vittoriese ha compiuto in occasione del gemellaggio.

Per l’occasione Vittorio Veneto sta facendo le cose in grande, con l’istituzione di ben due comitati di accoglienza e lo stanziamento di 30 milioni per festeggiare degnamente la decina di persone che giungeranno a farle visita.

I buoni rapporti intercorrenti e il fatto che tra i componenti la delegazione figura anche Dioclesio Pavei, presidente della famiglia bellunese di Criciuma, hanno stimolato l’Amministrazione comunale di Sedico, e l’Associazione Bellunesi nel Mondo, ad attivarsi per poter avere il gruppo dei brasiliani, per una intera giornata, ospite in provincia di Belluno, a Sedico, e nella sede centrale dell'ABM.

L’incontro avverrà venerdì 19 ottobre, e in tanti a Belluno si preparano a ricambiare la sempre calorosa accoglienza che gli amici brasiliani riservano ai loro ospiti. (Inform)


Vai a: