* INFORM *

INFORM - N. 164 - 3 settembre 2001

Il Presidente della Regione ToscanaMartini in visita in Tunisia per rafforzare i rapporti tra le due sponde del Mediterraneo

FIRENZE - Il presidente della Regione Toscana Claudio Martini è in Tunisia alla guida di un’importante delegazione economica per fare il punto sui rapporti di cooperazione intessuti fino ad ora e discutere di nuovi progetti futuri: problematiche dello sviluppo locale, sviluppo di sistemi di servizi per le imprese, sistema bancario ed internazionalizzazione dei sistemi produttivi sono i temi principali della visita. Ma per Martini è stato anche quasi come un ritorno a casa: il 2 settembre mattina si è recato infatti a Bardo, dove con la famiglia il presidente ha vissuto fino all’età di dieci anni, mentre nel pomeriggio ha partecipato alla cerimonia di inaugurazione dei Giochi del Mediterraneo a Tunisi assieme al governatore della Sousse. "Nel vostro paese ci sono parte delle mie radici", aveva detto Martini all’ambasciatore tunisino incontrato nelle settimane scorse. "Ma soprattutto – aveva aggiunto – il Mediterraneo è un mondo che appartiene a tutti noi toscani ed italiani. E’ il nostro mondo. E l’Europa, che discute di allargamento ad Est, dovrà rafforzare i legami anche con il Sud e tutto il bacino del Mediterraneo".

La delegazione toscana è composta, tra gli altri, da Nereo Marcucci dell’Autorità portuaria di Livorno (il cui porto ha già aperto la strada per una reciproca collaborazione con quello di Tunisi), da Giovanni Cordoni presidente del consorzio "Toscana Progetti", dal direttore dell’Agenzia per la promozione economica della Toscana Mauro Ginanneschi, dal presidente del Centro sperimentale mobile Giuseppe Bianchi, dal presidente della Internazionale marmi macchine Paris Mazzanti, dal presidente del Consorzio produttori calzature aretini Varo Mariani, dal presidente del Consorzio orafi aretini Dario Micheli, dal direttore del Centro servizi Promomoda Stefano Romagnoli e dal dirigente della Meccanotessile Vieri Simoni.

La cinque giorni tunisina (che si conclude il 5 settembre) è iniziata con un incontro con l’ambasciatore italiano Armando Sanguini. E' seguita il 3 settembre una riunione con il governatore della Sousse M. Abderrahman Limam sulle prospettive di collaborazione. Nel pomeriggio altra riunione sullo sviluppo delle relazioni tra i porti di Livorno e Tunisi. In programma, nei giorni successivi, un seminario sul tema "Sviluppo locale e sistemi di servizi per le imprese", una riunione con i partner tunisini del progetto europeo Euromedsys, per lo sviluppo della cooperazione fra i sistemi locali delle due sponde del Mediterraneo con particolare interesse per il cibo, l’agricoltura e i prodotti tipici, l’artiginato e l’abitare mediterrano. Infine, incontri di Martini con il ministro all’ambiente e alla gestione del territorio, Mohamed Ennabli, con il ministro ai trasporti Houssine Echouk e con il ministro dell’industria Ben Abdellah. (Inform)


Vai a: