* INFORM *

INFORM - N. 160 - 8 agosto 2001

Un documento del Comitato Tricolore per gli Italiani nel mondo

"Nella ricorrenza del 45º anniversario della tragedia mineraria di Marcinelle, che ha visto la morte di 262 minatori europei, di cui 136 di nazionalità italiana,

i rappresentanti del C.T.I.M. operanti in ogni contrada del mondo

Ricordando quell’immane tragedia, "patrimonio irrinunciabile" di tutta la nostra emigrazione,

Plaudono all’impegno continuo del Segretario Generale del CTIM, tendente a ridare giustizia, dignità politica, culturale e sociale a tutti i connazionali emigrati, affinché il Parlamento approvi entro la fine dell’anno la legge ordinaria in attuazione delle norme costituzionali, per l’esercizio del diritto di voto all’estero per i cittadini italiani residenti fuori dei confini;

Invitano tutte le Associazioni della nostra emigrazione ad aderire all’iniziativa di incontro a Marcinelle che, come ha dichiarato l’On. Mirko Tremaglia, Ministro per gli Italiani nel mondo del nuovo Governo, deve servire a far giungere da questo luogo simbolo, che è patrimonio della nostra storia, un nuovo messaggio europeo che renda fratelli nel dolore i popoli d’Europa, un Continente in cui milioni di italiani emigrati si fanno onore con il lavoro, affermandosi in tutti i settori della vita civile;

Riaffermano i principi di giustizia sociale, che ancor oggi vengono negati ignorando l’umanesimo del lavoro e calpestando quella parità di diritti, che il CTIM da sempre reclama per tutti coloro che lavorano e faticano, nella solidarietà e nella legalità.

Il C.T.I.M.

Chiede che la tragedia dell’8 agosto 1956 venga ricordata in tutti i Comuni d’Italia con un minuto di raccoglimento da effettuarsi alle ore 13.30;

Invita il Ministro della Pubblica Istruzione italiana ad intervenire, affinché nelle scuole venga obbligatoriamente insegnata anche la "storia della nostra emigrazione", con tutte le sue pagine più buie, perché chi non ricorda non ha futuro". (Inform)


Vai a: