* INFORM *

INFORM - N. 159 - 7 agosto 2001

Vertice FAO - Urso: "Non sia vetrina per potenti e palcoscenico per estremisti"

ROMA - "I vertici internazionali non posono e non devono più essere vetrina per potenti o palcoscenico per estremisti ma vanno ricondotti alle loro funzioni originarie". Così il vice ministro per le attività produttive, Adolfo Urso, torna sulla polemica relativa allo spostamento della sede del prossimo vertice FAO in programma a Roma. La questione posta dal Governo circa la possibilità di uno spostamento di sede oltre a dimostrare un grande senso di responsabilità - ha proseguito Urso - ha inevitabilmente costretto tutti ad assumere le proprie responsabilità e a partecipare alla discussione sul futuro dei vertici internazionali.

Secondo Urso bisogna rendersi conto della necessità di ricollocare nei contesti più appropriati i consessi internazionali. Su questa linea ci si è già mossi scegliendo un sperduta località canadese e riducendo all'essenziale i componenti delle delegazioni per il prossimo G8 e decidendo di tenere il prossimo appuntamento WTO nel Qatar. Un discorso che andrebbe fatto anche per il vertice FAO, per impedire che tutto venga mescolato in un unico calderone ideologico diventando esclusivamente occasione per distruggere auto e vetrine. (Inform)


Vai a: