* INFORM *

INFORM - N. 153 - 30 luglio 2001

La Regione Toscana per l'accoglienza degli immigrati. Il vice presidente Passaleva incontra "Nessuno senza un tetto"

firenze - A Lucca mancano alloggi a prezzi accessibili e strutture di accoglienza per i lavoratori immigrati, italiani e stranieri. Il coordinamento "Nessuno senza un tetto", che raccoglie associazioni ed esponenti della società civile delle più varie ispirazioni, ha incontrato ieri il vice presidente della Toscana Angelo Passaleva. "Cosa fa la Regione ?" è stata la domanda. E l’assessore, con delega al sociale, ha risposto citando gli interventi già predisposti attraverso il piano sociale integrato approvato a giugno e rammentando le misure adottate in tema di edilizia economica e popolare o per il sostegno al pagamento degli affitti.

"Per la piana di Lucca – ha detto Passaleva – abbiamo inserito nel piano integrato sociale uno stanziamento di 4 miliardi e 97 milioni di lire. Altri 450 milioni sono stati destinati direttamente all’amministrazione comunale lucchese e 224 al comune di Capannori. Sul fronte della lotta alla povertà, a favore di strutture per l’accoglienza e azioni verso i ‘senza fissa dimora’, sono previsti altri 286 milioni". A 4 miliardi e 185 milioni ammontano invece gli interventi previsti per la Versilia, a cui si aggiungono, destinati a Viareggio, 205 milioni legati alla lottà alla povertà ed altri 322 milioni per il Comune, 166 milioni per Camaiore, 135 per Pietrasanta e 105 per Massarosa. "Di questi fondi – ha precisato Passaleva - solo il 5 per cento è vincolato ad azioni e politiche rivolte agli immigrati. Ma le varie amministrazioni comunali possono aumentare la quota, attingendo ad un 25 per cento privo di destinazioni". (wf-Inform)


Vai a: