* INFORM *

INFORM - N. 153 - 30 luglio 2001

E' uscito il numero di luglio-agosto di "Servizio Migranti". Tema principale "Le migrazioni sono speranza"

ROMA - è uscito alle stampe in questi giorni il nr 4/2001 (mesi luglio-agosto) di "Servizio Migranti", la rivista di formazione e di collegamento della Fondazione Migrantes. Nell’editoriale e nella sezione "Orientamenti ed approfondimenti" viene presentato da mons. S. Ridolfi e da mons. B. Maggioni l’evento di Gesù Cristo come lo "scandalo" della speranza ed insieme il fondamento che la sorregge. Il dialogo, parola del nostro tempo ed atteggiamento che lo caratterizza, è la via indicata da G. Alberti, il direttore del Cadr di Milano, per superare le paure che molti hanno dell’Islam.

Nella sezione "Esperienze e riflessioni" si descrive la difficoltà che non raramente si incontra nel dare concretezza alla speranza. Parole belle come "integrazione" possono diventare "eresia". In un contributo di mons. A. Spadacini si può conoscere l’esperienza pastorale delle Missioni Cattoliche in Svizzera, ove è attuale il dibattito sulle varie forme della possibile integrazione. Anche in Francia la Chiesa locale riflette sul come rispettare le diversità nell’unità e al riguardo quanto prima verrà pubblicata una significativa riflessione teologico-pastorale (O. Ferrarese).

In "Diamo voce ai cattolici albanesi" si racconta il successo, oltre ogni aspettativa, del simposio organizzato dalla Migrantes (Roma, 19-20 maggio ‘01) per gli operatori pastorali tra gli albanesi in Italia. Non lunghe relazioni, ma il risultato di un’inchiesta ed appassionate testimonianze hanno messo in luce realtà di belle comunità operanti nel silenzio che hanno ridato speranza ai 160 presenti, ripartiti con entusiasmo e con la voglia di operare per cambiare in positivo l’attuale immagine degli albanesi in Italia.

Anche l’emarginato popolo dei rom e sinti sogna un mondo in cui si può essere felici; cerel o del (se Dio lo vuole) e se gli uomini credono nella dignità dell’uomo. Da brevi flash dal mondo del lunapark si passa alle conclusioni di un impegnativo Convegno tenutosi a S. Marino dal 25 al 28 giugno 2001 sul tema: "Gli immigrati interpellano la comunità cristiana" organizzato dal COP (Centro Orientamento Pastorale).

Particolarmente interessanti due lavori della sezione "Contributi e ricerche". Nel primo il prof. S. Zamagni, nel 50° di fondazione, fa una breve storia dell’ICMC (Commissione Cattolica Internazionale delle Migrazioni) e tratteggia i cinque punti che caratterizzano il piano quinquennale che la Commissione si è proposta di realizzare. Interessante ed utile soprattutto per gli operatori pastorali uno studio di Pittau-Coloiacomo che presenta i dati statistici dell’appartenenza religiosa degli immigrati come oggi si configura a livello nazionale e delle prime 15 comunità di cattolici stranieri nelle varie regioni d’Italia.

La rivista offre infine un inserto-dossier con le relazioni tenute da mons. A.M. Garsia e da mons. L. Petris al Convegno di Verona (26/27 giugno 2001), nella commemorazione del 50° anniversario di attività della Commissione Cattolica Internazionale delle Migrazioni di Ginevra. (Migranti press/Inform)


Vai a: