* INFORM *

INFORM - N. 148 - 23 luglio 2001

Volontari nel mondo-FOCSIV sul comunicato finale del G8: qualche successo, rimangono le preoccupazioni

GENOVA - A seguito del comunicato finale diramato alla conclusione dei lavori del G8, Volontari nel mondo – FOCSIV (la Federazione di 52 Ong di volontariato internazionale) considera un successo delle Ong il fatto che i due terzi del comunicato riguardino l’approccio strategico alla riduzione della povertà nel mondo.

"Il riconoscimento da parte dei G8 delle proprie responsabilità per risolvere alcuni dei grandi drammi del pianeta è un passo importante, anche se non sufficiente", dichiara il Direttore Generale della FOCSIV Sergio Marelli. "Occorrono misure concrete, strumenti e risorse adeguate, tempi certi, obiettivi misurabili che non sembrano essere stati chiaramente individuati nel corso dei lavori."

Problemi di estrema rilevanza quali la salvaguardia dell’ambiente, la sicurezza alimentare per tutti, il rafforzamento dei sistemi sanitari locali, il blocco del commercio delle armi, le pari opportunità di accesso ai mercati per i Paesi poveri e, sopra tutti, la definizione di regole e meccanismi democratici nella governance a livello delle istituzioni internazionali non possono attendere oltre. Il destino di milioni di poveri dipendono da una improcrastinabile maggior giustizia sociale.

La costituzione del Fondo per la salute, la riduzione del debito per 23 Paesi altamente indebitati, la proposta di un Piano per l’Africa, la riconferma dell’adesione all’iniziativa europea "Everything but Arms" sono segnali positivi, che però da soli rischiano di diventare gesti caritativi senza un reale impatto sulle cause della povertà e della miseria.

"Fermo restando che diversi passaggi del documento a nostro avviso destano preoccupazione e necessitano di correttivi - conclude Sergio Marelli - ribadiamo la nostra volontà di continuare il dialogo con le istituzioni nazionali ed internazionali, soprattutto ora che si spegneranno i riflettori sul vertice dei G8.

L’impegno a promuovere soluzioni innovative basate su di un’ampia partnership con la società civile e su una cooperazione più accentuata con i Paesi in via di sviluppo contenuto nel comunicato finale dei G8, se concretizzati costituiranno finalmente un passo positivo nella direzione da sempre richiesta e sostenuta fortemente in questi mesi di preparazione al vertice di Genova". (Inform)


Vai a: