* INFORM *

INFORM - N. 146 - 20 luglio 2001

Spagna - Concessioni agli immigrati clandestini

MADRID - Il governo spagnolo ha deciso di attuare in maniera più morbida e flessibile le misure restrittive della nuova legge sull’immigrazione entrata in vigore all’inizio del 2001. Gli immigrati clandestini che si trovavano nel paese prima del 23 gennaio di quest’anno potranno ricevere un permesso di soggiorno temporaneo a condizione di dimostrare di avere un lavoro. Questa decisione è stata presentata come ultima regolarizzazione attuata in via eccezionale nella fase di transizione verso l’attuazione piena della nuova legge.

Il governo calcola di concedere entro luglio 55.000 permessi di soggiorno. A quel punto la Spagna avrà raggiunto una quota di stranieri del 2 %, che appare ancora insufficiente per rispondere alle richieste del mercato del lavoro nell’agricoltura, nel turismo, nell’edilizia, nei lavori sociali e in quelli domestici. Dall’inizio dell’anno le casse della previdenza sociale registrano tra i nuovi contribuenti una percentuale del 25 % di stranieri, che sostengono il bilancio positivo dell’assicurazione. La Spagna sta firmando accordi per il reclutamento di manodopera con diversi paesi di emigrazione: Ecuador, Marocco, Colombia e Polonia. (Luisa Deponti-CSERPE/Inform)


Vai a: