* INFORM *

INFORM - N. 146 - 20 luglio 2001

Veneti nel Mondo - Non solo libri nella biblioteca binazionale di Huatusco

VENEZIA - Nella cittadina dello Stato di Veracruz (Messico) veniva inaugurata a maggio del 1999 la biblioteca italo messicana, dedicata all'Ing. Vincenzo Barcelloni, presidente onorario dei "Bellunesi nel Mondo" e sostenitore dell'iniziativa . Presente all'inaugurazione lo stesso ing. Barcelloni e il Governatore dello Stato di Veracruz, dott. Miguel Alemán Velasco.

A due anni di distanza facciamo il punto su una realtà, forse unica nel suo genere, con l’aiuto del presidente della locale Famiglia Bellunese, il dr. Rafael Parissi. La biblioteca è stata infatti fortemente voluta dai veneti residenti a Huatusco, cittadina di oltre 13.000 abitanti, e nel vicino paese di Colonia Gonzalez, discendenti dei coloni arrivati 120 anni, in prevalenza dal comune bellunese di Lentiai.

L'iniziativa è nata dal desiderio di mantenere vive le proprie radici e le proprie tradizione e nel contempo di fornire un importante servizio all’intera zona che era sprovvista di una biblioteca pubblica.

Come si rileva dallo stesso nome, fin dall’inizio la biblioteca è stata organizzata in due sezioni, una in spagnolo e una in italiano, oltre alla videoteca e alla sezione periodici. La sezione italiana attualmente conta oltre tremila titoli, per la maggior parte di argomento veneto, e viene arricchita costantemente anche grazie all’apporto della Regione Veneto e di privati italiani.

Oltre all’area di lettura, la biblioteca ne offre una di consultazione, una di letteratura infantile e un'area generale. E’ dotata di un avanzato sistema audiovisivo per l’insegnamento delle lingue, che consente di tenere corsi di inglese, organizzati permanentemente e corsi di italiano, che si tengono prevalentemente nel periodo estivo e i cui costi sono sostenuti dalla comunità veneta.

Uno dei motivi di vanto è il fatto di essere tra le 70 biblioteche pubbliche, sulle 70 mila che compongono la rete messicana, che possiedono sia il collegamento a Internet sia un sistema speciale di comunicazione per accedere ai servizi della biblioteca centrale nazionale, con la possibilità di leggere più di 7.000 libri in forma "virtuale".

Alla biblioteca accedono mediamente circa di 150 persone al giorno, con uno sviluppo della frequenza che è andato dalle 18.945 presenze del primo anno, alle 23.615 secondo. In essa si svolgono anche corsi di recupero per adulti, riconosciuti dal ministero della Pubblica Istruzione messicano e prossimamente sarà ospitata una nuova iniziativa a favore di disoccupati, attuata con il sostegno economico del governo statale, che prevede corsi teorici e addestramento pratico per la durata di due mesi e retribuzione dei partecipanti come lavoro stagionale. (Veneti nel Mondo/Inform)


Vai a: