* INFORM *

INFORM - N. 145 - 19 luglio 2001

Appello della Caritas di Roma e dell’Associazione "Nessun luogo è lontano": Per un G8 senza violenza

ROMA - La Caritas di Roma e l’Associazione "Nessun luogo è lontano", impegnate nell’organizzazione del 4° Meeting internazionale sull’integrazione (Frascati 28 luglio-4 agosto 2001) promosso insieme ai Missionari Scalabriniani e al Comune di Frascati sul tema "Globalizzatori e globalizzati", hanno diffuso un appello ai singoli e alle organizzazioni di volontariato presenti in questi giorni a Genova per il G8 a non forzare la linea rossa, "confine tra una protesta pacifica intelligente e una protesta non pacifica e non intelligente". Questo il testo dell’appello:

"Noi sottoscritti firmatari dell'appello, convinti:

Invitiamo tutti quelli che in questi giorni si trovano a Genova ad attuare una risposta silenziosa, nonviolenta, cristiana e gandhiana, di resistenza a questo tipo di globalizzazione;

ad unirsi, se cristiani, alle giornate di preghiera e di digiuno organizzate da missionari e missionarie;

a scegliere, se laici e non credenti, forme di incontro, di silenzio, di resistenza passiva e forte della forza della nonviolenza;

di continuare a sostenere le vostre e le nostre ragioni con un disarmo unilaterale di ogni arma che non sia quella delle idee, delle parole e della preghiera.

Vi chiediamo pertanto

a non provare a oltrepassare la Linea rossa, confine tra una protesta pacifica intelligente e una protesta non pacifica e non intelligente;

per tutte queste ragioni, chiediamo ai singoli cittadini e alle organizzazioni di volontariato di rifiutare e condannare tutti gli episodi di violenza che possano verificarsi a Genova durante lo svolgimento del vertice dei G8"." (Inform)


Vai a: