* INFORM *

INFORM - N. 144 - 18 luglio 2001

Silvano Miniati, Segretario generale della Uil Pensionati, sull'aumento delle pensioni minime: milioni di pensionati resteranno senza?

ROMA - "Le anticipazioni sui contenuti del Dpef e la dichiarazione a ‘Radio anch’io’ del Sottosegretario all’Economia Giuseppe Vegas confermano i timori della Uil Pensionati sui reali beneficiari dell’aumento a 1 milione delle pensioni minime. D’altro canto, le dichiarazioni del Ministro Maroni creano nuovi interrogativi - dichiara Silvano Miniati, Segretario generale della UILP -. A dar credito al Sottosegretario Vegas, milioni di pensionati al minimo resteranno senza aumento: le pensioni minime saranno aumentate soltanto a partire dal 2002 e con gradualità, cominciando dalle persone più anziane e dai redditi più bassi.

Ben altro aveva promesso Berlusconi in campagna elettorale. Aveva garantito ad oltre 5 milioni di pensionati italiani al minimo che le loro pensioni sarebbero state portate immediatamente a 1 milione al mese. Un aumento legato al reddito e all’età coinvolgerebbe invece soltanto qualche centinaia di migliaia di cittadini che già oggi percepiscono la pensione minima aumentata della maggiorazione sociale.

Se dobbiamo stare invece alle dichiarazioni del Ministro Maroni alla Commissione Affari sociali della Camera, gli aumenti non riguarderanno solo poche centinaia di migliaia di persone, ma anche i percettori di assegni sociali, pensioni sociali e di qualsiasi trattamento inferiore al minimo. Spero - conclude Miniati - che si mettano d’accordo e non si inventino la ‘trecentesima’ Commissione di studio allo scopo di trovare una scusa per non decidere". (Inform)


Vai a: