* INFORM *

INFORM - N. 142 - 16 luglio 2001

Piano annuale 2001 della Regione Veneto per l'immigrazione: assegnati 12,5 miliardi, prorogati al 15 ottobre i termini per presentare progetti

VENEZIA - Il programma di iniziative e di interventi in materia di immigrazione per l’anno 2001 è stato approvato dalla Giunta regionale, su proposta dell’Assessore regionale dei flussi migratori Raffaele Zanon ed è dotato di un’assegnazione finanziaria di 12,5 miliardi, 10 dei quali provenienti del Fondo Nazionale (legge 286/98) mentre 2,5 miliardi sono provenienti dal bilancio regionale (legge regionale 9/90).

" Il programma annuale 2001 – spiega Zanon - è stato predisposto sulla base del programma triennale approvato dal Consiglio nella seduta dello scorso 26 giugno. Seguendo le indicazioni della competente Commissione consiliare il Piano annuale indirizza le risorse nelle seguenti aree di intervento: alloggio 4 miliardi; formazione 1,5 miliardi; informazione e comunicazione 1,5 miliardi; rete per l’immigrazione 1,5 miliardi: progetti pilota a favore di donne immigrate con figli minori 1 miliardo; progetti presentati da enti e associazioni 3 miliardi (di cui 1 miliardo per progetti relativi all’anno 2000). I termini previsti dalla L. R. 9/90 per presentare progetti da parte delle Associazioni sono prorogati fino al 15 ottobre.

Alloggio 4 miliardi: progetti innovativi per facilitare l’accesso alla casa degli stranieri e delle loro famiglie, accesso alla locazione, al credito agevolato per l’acquisto, ristrutturazione e recupero della prima casa di abitazione anche con la costruzione di appositi fondi di garanzia; intervento di risanamento igienico-sanitario di alloggi da destinare agli immigrati; realizzazione di centri di accoglienza in relazione ad effettive situazioni di emergenza territoriale per consistenza del fenomeno immigratorio o presenza di profughi o richiedenti asilo.

Formazione (1,5 miliardi): corsi di lingua italiana, corsi di educazione civica e di formazione al lavoro, programmi di mediazione culturale e linguistica, servizi informativi e di sportello; corsi di formazione professionale, seminari di formazione per mediatori culturali e linguistici e per operatori di sportello.

Rete immigrazione, lavoro, servizi (1,5 miliardi): è previsto un progetto esecutivo di network che raccoglierà e diffonderà informazioni su domanda e offerta di lavoro; su formazione professionale, semplificazione burocratica.

Attività d’informazione e di comunicazione, studi e ricerche (1,5 miliardi): gli interventi saranno accompagnati da azioni regionali di informazione, di comunicazione, diffusione, studio e ricerca, realizzate direttamente o indirettamente; sarà aggiornato l’Osservatorio Regionale Immigrazione, istituito nel 1997.

Progetti pilota (1 miliardo) finalizzati all’integrazione, all’accesso ai servizi sociali e scolastici, al miglioramento della qualità della vita delle donne lavoratrici straniere con figli minori. (Inform)


Vai a: