* INFORM *

INFORM - N. 140 - 13 luglio 2001

Volontari nel Mondo – FOCSIV incontra il Ministro Ruggiero dopo la bocciatura della Tobin Tax al Senato

ROMA – Una delegazione del Forum Terzo Settore e dell’Associazione delle Ong Italiane incontra sabato 14 luglio il Ministro degli Affari Esteri Renato Ruggiero in vista del prossimo Vertice G8 di Genova. Al colloquio i rappresentanti della società civile italiana esprimeranno, tra l’altro, il proprio disappunto per il rifiuto del Senato di accogliere le mozioni dell’opposizione che contenevano aperture alla dibattuta Tobin Tax e per le gravi affermazioni rese dal Ministro degli Esteri alla Commissione Esteri della Camera.

Il Presidente della FOCSIV (la Federazione di 52 ONG di volontariato internazionale) Agostino Mantovani, che partecipa all’incontro con il Ministro degli Esteri quale membro della delegazione del Forum terzo Settore, ha dichiarato: "Il Ministro Ruggiero sostiene che chi contesta il G8 lo fa senza sapere quale è la verità della propria contestazione. Lo incontriamo per convincerlo del contrario, che gli squilibri economici mondiali portano ogni giorno ad un aumento vertiginoso della povertà. Noi non vogliamo fratture su questa situazione che finora non da segnali di inversione di rotta. L’unica via di uscita è dialogare e lavorare tutti insieme. Da oggi, i poveri non possono aspettare!"

"La bocciatura al Senato delle mozioni che contengono aperture alla Tobin Tax – rincara il direttore generale della FOCSIV e presidente dell’Associazione delle ONG Sergio Marelli - è un segnale preoccupante poiché nessuna alternativa valida è stata proposta in quella sede. E’ necessario interrogarsi se alla dichiarata propensione a combattere povertà ed emarginazione corrisponda la volontà da parte dei Paesi ricchi a rinunciare a qualcosa. Incontriamo il Ministro degli Esteri con l’aspettativa di avere da lui un impegno concreto per continuare il dialogo con i rappresentanti della società civile anche dopo Genova al fine di individuare efficienti strategie politiche per affrontare lo squilibrio economico mondiale." (Inform)


Vai a: