* INFORM *

INFORM - N. 139 - 12 luglio 2001

Istruzione e formazione: la Spagna guarda alla Toscana

FIRENZE - "La Toscana ha di fronte a sé un momento forse irripetibile, grazie ai buoni risultati dell’export 2000, a quelli altrettanto buoni dell’occupazione nel primo quadrimestre 2001 e alla possibilità di utilizzare, a chiusura del negoziato con la Commissione europea, 2000 miliardi di contributi comunitari che attiveranno 10 mila miliardi di investimenti. Quella che si offre, insomma, è una forte e concreta occasione di nuovo sviluppo, che potrà contare anche sul positivo rapporto tra la Regione Toscana e Unioncamere". E’ quanto ha affermato l’assessore regionale alle attività produttive, Ambrogio Brenna, intervenendo stamani alla conferenza organizzativo-programmatica delle Camere di commercio toscane che si è tenuta a Marina di Massa.

Con Unioncamere, ha detto ancora l’assessore, si sono registrate in questi mesi significative coincidenze di analisi e di valutazioni sulle tematiche dello sviluppo che hanno consentito un proficuo lavoro, dalle intese su Apet alla gestione degli osservatori su artigianato e commercio.

"Oggi – ha concluso Brenna – si profilano nuovi terreni di impegno comune. Dovremo operare per una territorializzazione dello sviluppo e per il rafforzamento ulteriore delle infrastrutture economiche. E, ancora, dovremo lavorare per la personalizzazione dei servizi alle imprese: e qui la collaborazione tra Unioncamere e Regione Toscana sarà positiva se si avrà il coraggio di uscire dai mercati protetti per valorizzare sempre di più le ragioni dello sviluppo qualificato". (af-Inform)


Vai a: