* INFORM *

INFORM - N. 137 - 10 luglio 2001

Ultimi arrivi di profughi a Crotone, l'UNHCR favorevole al pronto esame delle richieste d'asilo

ROMA - L'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR) ha accolto con soddisfazione la decisione del Ministero dell'Interno di avviare immediatamente la procedura d'asilo per coloro - tra le circa 650 persone arrivate mercoledì scorso sulle coste della Calabria - che ne faranno richiesta.

A seguito di tale decisione, la Commissione Centrale per il riconoscimento dello status di rifugiato - composta da rappresentanti di Ministero dell'Interno, Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ministero degli Esteri e Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati con ruolo consultivo - si è recata in loco, allo scopo di accelerare le pratiche. A Foggia, dove sono stati trasferiti i richiedenti asilo, la Commissione ha avviato questa mattina le audizioni per il riconoscumento dello status di rifugiato. Tale misura consentirà di abbreviare notevolmente i tempi d'attesa dell'attuale procedura - fino a 12/13 mesi - che impongono gravissimi disagi ai richiedenti asilo che non hanno diritto di lavorare e godono di un'assistenza di soli 45 giorni.

Inoltre, coloro che verranno riconosciuti rifugiati potranno usufruire delle strutture adibite dai Comuni nell'ambito del Programma Nazionale Asilo (PNA), finanziato con fondi dell'8 per mille e con il Fondo europeo per i rifugiati, lanciato lo scorso aprile da Ministero dell'Interno, Associazione Nazionale dei Comuni Italiani (ANCI) e UNHCR per fornire assistenza e orientamento a richiedenti asilo e rifugiati. (Inform)


Vai a: