* INFORM *

INFORM - N. 131 - 3 luglio 2001

Un convegno promosso dal CNEL a Catania:

aggredire il patrimonio della mafia, utilizzare i beni, tutelare il lavoro

ROMA - La destinazione dei beni sequestrati e confiscati come aspetto centrale della lotta all'economia mafiosa: è questo il tema del convegno organizzato dall'Osservatorio socio-economico del Cnel sulla criminalità, per venerdì 6 luglio a Catania, alle ore 9.30, nell'aula consiliare del Comune.

Il Convegno, al quale parteciperanno rappresentanti delle forze sociali, esperti e magistrati, si articolerà in tre sezioni tematiche. Nella prima sarà presentata l'esperienza della società CO.GE.CO che, sebbene sotto sequestro e in amministrazione controllata, ha ripreso già da alcuni anni la sua attività produttiva salvaguardando l'occupazione; nella seconda verranno discussi gli aspetti giuridici del sequestro e della confisca; le problematiche istituzionali connesse al tema saranno affrontate infine nella terza sezione, coordinata dal responsabile dell'Osservatorio socio economico del Cnel sulla criminalità, Emilio Miceli.

Interverranno, tra gli altri, Tano Grasso (commissario per il coordinamento delle iniziative antiracket e antiusura), Margherita Vallefuoco (commissario straordinario per la destinazione dei beni confiscati) e Pierluigi Vigna (Procuratore nazionale antimafia). Le proposte che emergeranno dal Convegno saranno elaborate dall'Osservatorio socio-economico sulla criminalità e verranno presentate al Governo e al Parlamento. (Inform)


Vai a: