* INFORM *

INFORM - N. 131 - 3 luglio 2001

A "Italia chiama Italia" protagoniste le emittenti europee dirette all'estero

ROMA - Riflettori puntati sui Rai International e sulle radiotelevisioni europee dirette all`estero nella puntata di "Italia chiama Italia" in onda martedi` 3 luglio in Africa e Americhe e mercoledi` 4 in Australia. Per una volta, protagonisti della trasmissione non saranno degli italiani all`estero ma giornalisti e dirigenti di emittenti che come Rai International si rivolgono ad un pubblico che vive fuori dal territorio nazionale.

Occasione per raccogliere riflessioni e testimonianze e` stato il convegno che si e` svolto il mese scorso al ministero degli esteri e dedicato proprio a questo particolare settore dell`informazione. A confronto, dunque, linee editoriali, linguaggi e contenuti dei programmi di Rai International, Radio france International, Deutsche Welle, BBC World service, della spganola Rtve e della portoghese RTP. Si parla anche di nuove tecnologie e in particolare, per quel che riguarda la radio, dell`uilizzo dell`onda corta: un sistema che per alcuni va rinnovato e potenziato e per altri, invece, va abbandonato.

Grande attenzione anche per il ruolo che queste emittenti svolgono nella diffusione della lingua e della cultura dei rispettivi Paesi, come e` il caso di Rai International e o delle radio e televisioni spagnole e portoghesi. Da ultimo, ma non meno importante, si parla di finanziamenti: tasto dolentissimo soprattutto per Rai International, ma anche per altre emittenti che possono contare su finanziiamenti piuttosto limitati. (Inform)


Vai a: