* INFORM *

INFORM - N. 130 - 2 luglio 2001

Il "Corriere di Tunisi" sul ripristino del Ministero degli Italiani nel mondo ed il Congresso della Fusie

TUNISI - Con il nuovo governo Berlusconi - rileva il direttore Elia Finzi dell'editoriale apparso sull'ultimo numero del "Corriere di Tunisi" - è stato ripristinato il Ministero degli Italiani nel mondo. È un fatto di estrema importanza che riaccende e conforta le speranze di quanti lavorano ed operano nel mondo. Al ministro Tremaglia chiediamo di continuare la sua cinquantennale battaglia e di far di tutto per portarla a compimento.

Altro evento importante che riguarda direttamente i "media" italiani o italianizzanti nei cinque continenti è la decisione di tenere il congresso della FUSIE. Quasi tutte le testate hanno risposte positivamente agli organizzatori rinnovando e confermando la volontà di partecipazione. Auguriamo un esecutivo investito di potere operativo, snello (non oberato da interminabili discussioni per l'ottenimento del rimborso di un biglietto) che possa pienamente con fatti concreti ed il pieno appoggio del CGIE, della sua commissione ad hoc e dal governo, far finalmente funzionare questa variegata ed indispensabile cinghia di trasmissione tra le comunità, i consolati, le ambasciate, le associazioni, gli stati di residenza, i ministri e gli organismi italiani di riferimento.

I nostri specifici problemi - così prosegue l'editoriale -, sono tanti e tanti. Il mese di giugno è mese di bilanci e assemblee. Il 2 luglio la Società Italiana di Assistenza con il rinnovo di 7 consiglieri; il 5 luglio la Camera di Commercio (con il totale rinnovo del consiglio di amministrazione) e il 10 luglio (con eventuali due ore di pausa tra prima e seconda convocazione) quella del Circolo Italiano.

Questa assemblea convocata per l'approvazione dei bilanci, dovrebbe, a nostro avviso, non limitarsi a questo doveroso compito ma anche fare una profonda riflessione sul funzionamento del CIT. Il ristorante è importante ma non è tutto... Ha lasciato la Tunisia, Maurizio Calliano primo presidente della "nouvelle vague" a lui e famiglia formuliamo vivissimi auguri di buon soggiorno e buon lavoro nella nuova sede.

Due righe per ricordare la conclusione dell'anno scolastico, le premiazioni e le esposizioni della Scuola italiana, dell'Istituto Italiano di Cultura e della "Dante Alighieri". Bravi tutti. (Inform)


Vai a: