* INFORM *

INFORM - N. 129 - 29 giugno 2001

Internet: i consumatori e le aziende. Il 3 luglio la presentazione della ricerca Cnel sulla diffusione della rete

ROMA - Quanto è diffusa Internet nel nostro paese? Chi è il navigatore-tipo e che genere di siti visita? Quale sviluppo ha l'e-commerce nel mondo delle aziende italiane? A questi interrogativi tenta di dare una risposta la ricerca realizzata dal Cnel, in collaborazione con l'Eurisko, che sarà presentata il 3 luglio a Villa Lubin durante un forum dedicato a "Internet: i consumatori e le aziende". Lo studio illustra scenario, dimensione socio-culturale, segmenti di riferimento, bisogni, logiche d'uso e ruolo della rete. Oltre a fornire dati sulla penetrazione di Internet in Italia e sull'uso della posta elettronica, confrontati con quelli di altri paesi, viene tracciato un profilo dell'utente-tipo e una classifica dei contenuti più consultati. La ricerca analizza inoltre la diffusione di Internet nel mondo delle aziende (tipo di applicazioni, offerta, orientamenti emergenti) e in particolare lo sviluppo dell'e-business e di strumenti come le vendite on line e l'Internet-banking.

Le opportunità offerte dalle nuove tecnologie per l'informazione e la comunicazione stanno trasformando l'economia e la società, accelerando il fenomeno della globalizzazione e permettendo la produzione innovativa di beni e servizi nella new economy. Aumentano infatti rapidamente gli utenti e cambia la qualità degli accessi sia sul versante delle imprese sia su quello dei servizi ai cittadini. Il nostro paese ha cominciato a muoversi in questa nuova realtà, ma molto resta ancora da fare per valorizzare la competitività e colmare il divario territoriale e la distanza con le economie più evolute.

In questo contesto il Cnel intende promuovere azioni volte a favorire l'innalzamento del livello tecnologico del sistema paese per adeguarlo agli standard qualitativi mondiali, in particolare attraverso la creazione di centri di eccellenza sul modello dei parchi tecnologici americani ed europei, aperti alle esigenze della collettività e soprattutto dei giovani. Il forum organizzato dal Cnel si propone quindi di fare il punto sul percorso compiuto, sui problemi da affrontare e sulle sfide che si impongono con più urgenza.

Aprirà i lavori il presidente del Cnel, Pietro Larizza. Le relazioni introduttive saranno di Remo Lucchi e Gianni Para (Eurisko), che illustreranno i risultati della ricerca. Parteciperanno inoltre: Bruno Lamborghini (presidente Eito), Alberto Zuliani (preseidente Aipa), Andrea Borri (presidente Provincia di Parma), Nicola Barone (presidente Telcal), Alberto Tripi (presidente Federcomin-Confindustria), Andrea Ranieri (Cgil-Cisl-Uil). Sono previsti gli interventi in video-conferenza del commissario europeo, Erkki Liikanen, e del presidente della Sda-Bocconi, Claudio Demattè. (Inform)


Vai a: