* INFORM *

INFORM - N. 129 - 29 giugno 2001

Per l'estate più di cento "Spettacoli in Villa" in tutto il Veneto

VENEZIA - "Spettacolo in Villa": è questo il titolo dell'evento culturale che la Regione e le sette amministrazioni provinciali del Veneto propongono insieme per questa estate. Oltre cento spettacoli di musica (classica e leggera), lirica, teatro e danza che avranno come filo conduttore l'ambientazione nelle ville venete. La firma dell'accordo di programma per la realizzazione di questo progetto è stata apposta il 28 giugno a Villa Albrizzi Franchetti a Preganziol (Treviso) con il comune obiettivo di valorizzare il grande patrimonio delle ville venete, unico al mondo.

Si tratta del primo progetto unitario di questo genere che viene realizzato nel Veneto, come ha sottolineato l'assessore alle politiche per la cultura e l'identità veneta Ermanno Serrajotto che ha firmato per la Regione. Per le Province erano presenti gli assessori Flavia Colle (Belluno), Vera Slepoj (Padova), Gioia Beltrame (Rovigo), Marzio Favero (Treviso), Roberto Marcato (Venezia) e Adimaro Moretti degli Adimari (Verona). Anche la provincia di Vicenza partecipa all'accordo con la sua programmazione. All'atto della firma era presente inoltre il presidente della provincia di Treviso Luca Zaia, il quale ha rilevato come le Province si attendano da manifestazioni come questa, che coinvolgono un patrimonio culturale di particolare valenza, un significativo incremento di presenze turistiche. "Da questa collaborazione - ha aggiunto Serrajotto - si ha la concreta sensazione di come si possa fare squadra su tematiche importanti. L'elemento determinante è la volontà di mettere insieme risorse ed energie per la valorizzazione del territorio.

La grande ricchezza di dimore storiche di cui il Veneto dispone - sono state censite circa 3800 ville - può oggi essere ripensata per un uso moderno e razionale. Per la loro bellezza e funzionalità le ville ben si prestano ad essere un palcoscenico prestigioso per spettacoli di grande qualità. La Regione ha sposato la progettualità delle Province, puntando a dare ampio spazio alle compagnie e agli artisti veneti". Per il prossimo anno - ha concluso Serrajotto - la Regione sta lavorando ad un accordo di programma che abbia come elemento centrale la lirica. Tutti gli assessori provinciali hanno posto l'accento sull'importanza di questa collaborazione per promuovere attraverso le ville, che sono un segno dell'identità veneta, l'immagine culturale e turistica della nostra regione. E' particolamente significativo - ha rilevato l'assessore di Treviso Favero - che questa rassegna di spettacoli in villa venga realizzata proprio a vent'anni dalla morte di Bepi Mazzotti, che fu uno dei maggiori artefici della battaglia per la tutela delle ville venete. La spesa prevista per la realizzazione del programma è di 700 milioni a carico della Regione e di un miliardo 250 milioni per le Province. (Inform)


Vai a: