* INFORM *

INFORM - N. 129 - 29 giugno 2001

Premio Val di Sole: Nino Randazzo (Il Globo) vincitore della sezione "stampa italiana all'estero"

VAL DI SOLE - Nino Randazzo , direttore del quotidiano "II Globo " edito in Australia è il vincitore della sezione "stampa italiana all’estero" del Premio Val di Sole "per un giornalismo trasparente". Gli è stato infatti assegnato ii Premio Comune di Dimaro.

La giuria, presieduta da Albino Longhi, direttore del TGI, segretario generale Aldo Albasini , ha inoltre assegnato il Premio Comune di Dimaro ad un giornalista del Trentino Alto Adige, Toni Ebner, direttore del quotidiano "Dolomiten", e Ia Targa dellOrdine del Giornalisti del Trentino Alto Adige a pari merito a Enrico Pucci, giornalista del quotidiano Alto Adige, e a Fabrizio Franchi, giornalista del quotidiano L'Adige.

Come noto, vincitore del Val di Sole è Enrico Mentana; con lui sono stati premiati ex-aequo Dino Boffo, direttore di Avvenire Luca Giurato per Ia trasmissione Uno Mattina e Milena Gabanelli di Reporter.

La Medaglia del Presidente della Repubblica è stata conferita alla memoria del giornalista Antonio Russo; l'artistica Targa del Parco Naturale Adamello Brenta è stata assegnata a Olivella Foresta di Geo & Geo mentre il premio "Giornalismo in rete" per Ia new informazione è stato attribuito al portale www.ilbarbieredellasera.com; il premio Centro Studi Val di Sole è stato infine assegnato a Christian Arnoldi, per Ia tesi di laurea " La Montagna inventata: dalla Riserva alla Disneyland".

La cerimonia di premiazione si svolgerà il 3 agosto, nel Centro Congressi di Folgarida e sarà condotta da Oliviero Beha. II Premio, giunto alla sua sesta edizione e con sponsors Cristoforetti Petroli Spa , Casse Rurali della Val di Sole e Consorzio Melinda, ha il patrocinio della Regione Autonoma Trentino Alto Adige, della Provincia Autonoma di Trento e dell’Ordine del Giornalisti del Trentino Alto Adige.

Enrico Mentana succede, nell’ordine, a Piero Ostellino (1996), Ferruccio De Bortoli (1997), Candido Cannavò (1998), Piero Angela (1999) e ad Enzo Biagi (2000). (Inform)


Vai a: