* INFORM *

INFORM - N. 125 - 25 giugno 2001

Il ruolo degli Istituti italiani di Cultura: precisazioni della Farnesina

ROMA - Su "La Stampa" è apparsa una nota, a firma del Capo del servizio Stampa della Farnesina, ministro Giampiero Massolo, che fa riferimento alla lettera, pubblicata il 20 giugno dallo stesso quotidiano a firma di Caolin Irpool, dedicata al ruolo degli Istituti di Cultura rispetto alla diffusione della lingua italiana.

Potrà interessare ai lettori, scrive il ministro Massolo, il fatto che, proprio quest’anno – essendo il 2001 l’anno europeo delle lingue - la Farnesina ha organizzato, insieme all’Accademia della Crusca, la "Settimana della lingua italiana nel mondo". L’iniziativa, che vedrà impegnati tutti gli Istituti Italiani di Cultura, si svolgerà ad ottobre per confermare e rilanciare l’importanza che sempre più viene riconosciuta alla nostra lingua nel mondo. La promozione linguistica è, infatti, uno degli assi portanti della politica di promozione culturale e scientifica, nell’ambito della politica estera del Governo italiano.

In tale quadro, cruciale è il ruolo svolto dalla rete degli Istituti di Cultura. Essi organizzano corsi di italiano seguiti complessivamente da oltre 50 mila stranieri e dispongono di biblioteche con un totale di oltre 700 mila volumi, oltre a video e materiale multimediale. Senza contare le molteplici attività da essi svolte nonostante la limitatezza delle risorse di cui dispongono, tra cui la realizzazione di circa cinquemila manifestazioni l’anno, di elevato livello culturale e capaci di guadagnarsi lusinghieri successi di pubblico.

Non mi resta che invitare l’estensore della lettera - conclude Massolo - a prendere effettivamente e personalmente contatto con i nostri Istituti e – perché no – a farsi avanti con proposte e suggerimenti più costruttivi. (Inform)


Vai a: