* INFORM *

INFORM - N. 122 - 20 giugno 2001

Gemellaggio tra Rio Grande do Sul e Veneto

VENEZIA - Un protocollo di gemellaggio tra lo Stato di Rio Grande do Sul (Brasile) e la Regione del Veneto è stato firmato a Palazzo Balbi dalle rispettive delegazioni. Quella brasiliana era guidata dal governatore dello Stato Olivio de Oliveira Dutra, presente, fra gli altri, il presidente dell’assemblea legislativa Sergio Zambiazi. Per il Veneto il documento è stato sottoscritto dagli assessori alle relazioni internazionali Raffaele Grazia e al turismo Floriano Pra, e per lo Stato di Rio Grande do Sul dagli assessori omologhi, rispettivamente Josè Vianna Moraes e Milton Zuanazzi. Sono intervenuti alla cerimonia in qualità di testimoni anche gli assessori regionali alla cultura Ermanno Serrajotto e ai flussi migratori Raffaele Zanon.

La finalità del protocollo è di ampliare le relazioni attraverso lo sviluppo di attività che promuovano il progresso dei rispettivi territori e delle loro popolazioni. Per questo lo Stato del Rio Grande do Sul e la Regione del Veneto si impegnano a promuovere lo scambio di delegazioni istituzionali, imprenditoriali, culturali o di altra natura individuando alcuni ambiti di comune interesse: la cooperazione economia e commerciale, quella tecnica e scientifico-tecnologica, le relazioni culturali e il turismo. Data la rilevante presenza di discendenti di origine veneta nello Stato di Rio Grande do Sul, è stato concordato che nelle iniziative previste dal protocollo saranno attivamente coinvolte le comunità venete.

L'assessore Grazia, all'atto della firma, ha ricordato che fra le due realtà esistono da tempo proficui e amichevoli rapporti che con questo protocollo potranno essere consolidati ulteriormente. Negli ultimi anni l'America Latina ha avuto uno sviluppo imprenditoriale senza precedenti rispetto alla sua storia, ma ha bisogno completare ancora il processo di ammodernamento, soprattutto del sistema infrastrutturale. Di conseguenza servono investimenti ad elevato contenuto tecnologico. Qui entrano in gioco le possibilità di cooperazione con il Veneto, che ha già aperto due sportelli di assistenza e di promozione economica alle imprese venete (Veneto House) proprio negli stati brasiliani di Rio Grande do Sul e Santa Catarina.

La Regione – ha concluso Grazia - ha intenzione di diffondere questi uffici in altri Paesi del Sud America. Da parte sua il governatore brasiliano ha ricordato l'apporto dato dall'emigrazione veneta, a partire dal 1875, allo sviluppo del Rio Grande do Sul, trasformandolo in una terra fertile e ricettiva che oggi presenta significative analogie con la struttura produttiva del Veneto, essendo ugualmente basata su un sistema di piccole e medie imprese, molte delle quali a carattere familiare. Anche alcuni dei settori produttivi trainanti sono gli stessi: pelle e calzaturiero, mobili, vitivinicoltura. In questo contesto sociale ed economico si innesta il protocollo firmato oggi - ha concluso Olivio de Oliveira Dutra - destinato a rinsaldare i rapporti tra le due comunità all'insegna di quello spirito di solidarietà che ha sempre contraddistinto la presenza degli emigrati veneti in terra brasiliana, messo in evidenza anche dagli assessori Zanon e Serrajotto che hanno ricordato le iniziative sul fronte culturale e della qualificazione professionale. (Inform)


Vai a: