* INFORM *

INFORM - N. 121 - 19 giugno 2001

La Toscana racconterà la sua battaglia contro la pena di morte

firenze - Ci sarà anche la Regione Toscana al primo congresso mondiale contro la pena di morte in programma da giovedì a sabato a Strasburgo, presso la sede del Consiglio d’Europa. La Toscana sarà presente nella giornata inaugurale con il suo vicepresidente Angelo Passaleva, che racconterà le iniziative messe in atto dalla Regione in questo anno a difesa della vita e contro la pena di morte.

Tra gli organizzatori dell’evento c’è anche "Nessuno tocchi Caino", l’associazione che stamani ha presentato a Roma il rapporto 2001 sulla pena di morte.

"Quella di Straburgo è un occasione importante – afferma Angelo Passaleva - per dimostrare che la globalizzazione potrebbe avere contenuti non solo mercantili ma anche etici, favorendo la dignità di ogni essere umano e concordando sul fatto che nessuna giustizia può essere così ingiusta come quella che osa uccidere una persona".

Gli altri partner dell’iniziativa in programma a Strasburgo sono il Parlamento e il Consiglio d’Europa, il Ministero degli Esteri ed il Parlamento francese, il comune di Strasburgo, Amnesty International e, tra gli italiani, "Sos Razzismo", la comunità di Sant’Egidio e la Camera dei Deputati. (Inform)


Vai a: