* INFORM *

INFORM - N. 118 - 15 giugno 2001

Una nota del CEDIEM - Il Sindaco di Lugano ha incontrato l’associazionismo migratorio in Ticino: emersi due chiari messaggi

LUGANO - Mercoledì 13 giugno il Sindaco di Lugano, l'architetto Giorgio Giudici, ha incontrato l’associazionismo migratorio in Ticino presso il Centro Labor delle Acli in via Simen.

In un’esposizione chiara, concisa, familiare e talvolta provocatrice (chi ha detto che i politici parlano sempre un linguaggio incomprensibile?) ha messo sul tappeto l’entità del Comune in parte nella sua evoluzione storica ed in parte nelle sue strutture volte a creare e sviluppare il benessere dei cittadini sotto ogni punto di vista. Disponibile al dialogo con i presenti (in particolare con i vari presidenti delle associazioni italiane), al sindaco sono stati posti diversi quesiti sulla posizione degli stranieri nell’ambito comunale. Importante la classificazione dei non cittadini svizzeri: per il sindaco Giudici non sono né immigrati né ospiti, bensì persone e cittadini come tutti gli altri e quindi soggetti di doveri e diritti (tranne quello di voto, che è un problema a parte) come qualsiasi altro membro della comunità.

Da questa affermazione di principio - sostiene il CEDIEM, Centro Documentazione e Informazione Emigrazione di Lugano - sono emersi - nell’ambito della discussione - due messaggi importanti.

In prima battuta il sindaco ha preso atto della potenzialità dell’associazionismo migratorio ed ha promesso di esaminare ogni possibilità per rendere operativa la consultazione delle stesse associazioni in ogni ambito della vita cittadina.

In secondo luogo il sindaco stesso ha chiesto alle associazioni di mettere a frutto l’esperienza di primi arrivati a favore delle nuove correnti migratorie che spesso si trovano spaesate e quindi al margine in una comunità comunale che annovera cittadini di ben 107 provenienze.

C’è lavoro quindi - e questo è positivo - sia per le autorità che per le stesse associazioni migratorie: la collaborazione potrà dare frutti consistenti: questo è un ambito concreto dell'integrazione. (Inform)


Vai a: