* INFORM *

INFORM - N. 117 - 14 giugno 2001

Bellunesi nel Mondo - A Pedavena, nel ricordo di Anna Rech

BELLUNO - La cerimonia di accoglienza della delegazione brasiliana a Pedavena, nel ricordo della concittadina Anna Pauletti Rech si è trasformata, sin dalle prime battute, dall’ufficialità della circostanza, ad un incontro denso di momenti di emozione e commozione

Ricevuti dal sindaco Franco Zaetta e dal presidente della Provincia di Belluno Oscar De Bona, sono giunti il sindaco di Caxias do Sul Gilberto Vargas e il presidente della Camara dei Vereadores Francisco Spiandorello, con Valter Susin, prosindaco del paese di Ana Rech (frazione di 10mila abitanti della grande Caxias che conta oltre 500 mila abitanti ) e un nutrito gruppo di altre autorità.

Erano presenti anche il Presidente della Comunità montana feltrina, i sindaci di Feltre, Vaccari e di Santa Giustina, Vigne, il presidente dell’ABM Bratti, ex emigranti e numerosi cittadini interessati.

La circostanza ha offerto l’occasione, ancora una volta, di rievocare la vicenda di quella donna coraggiosa che, nel 1876 all’età di 47 anni, vedova e con sette figli, scelse la difficile via dell’emigrazione verso il Brasile, piena di incognite.

Per meglio celebrare l’evento con le autorità brasiliane, l’Amministrazione comunale di Pedavena ha provveduto alla ristampa del libretto con la storia di Anna Rech, opera del maestro Giuseppe Corso, al quale va il merito di aver iniziato per primo a far conoscere, attraverso la sua pubblicazione anni addietro, la storia di Anna Rech.

Qualche anno fa, ad Anna venne qui intitolata la scuola elementare e, in futuro, ad ogni allievo verrà fatto dono di una copia del libretto, al fine di far meglio conoscere quella storia vera. Nel corso del breve incontro, sono state gettate le basi per un futuro approfondimento dei contatti e magari un possibile gemellaggio.

La comitiva degli ospiti è stata condotta quindi in una rapida visita attraverso Pedavena, il complesso

delle scuole elementari e medie, il Centro di accoglienza del Parco nazionale delle Dolomiti, ed infine nella storica Birreria Pedavena, che non manca mai di meravigliare l’ospite. E così è stato anche per i brasilani che si sono ripromessi, tutti, di ritornare con maggior tempo a disposizione.

Il gruppo infatti si era staccato a Venezia da una più ampia comitiva, 40 persone, che partecipa in Italia ad un seminario internazionale sul turismo rurale. (Inform)


Vai a: