* INFORM *

INFORM - N. 116 - 13 giugno 2001

Ce l’abbiamo fatta: grazie Presidente! A Tremaglia il Ministero degli Italiani nel Mondo: e ora le deleghe

CARACAS - Finalmente gioia e soddisfazione dopo tante amarezze. Sono state giornate di passione e delusione quelle trascorse a Roma questa settimane: nelle segreterie dei partiti e sui giornali non si sentiva fare neppure un accenno al Ministero degli Italiani all’estero da noi sostenuto con tanta forza e determinazione.

Il Presidente Berlusconi, sempre attento ai nostri messaggi sembrava averci dimenticato! Poi …la bella notizia: il Ministero degli Italiani nel Mondo era scontato, come scontata la guida a Mirko Tremaglia, padre di tante battaglie e destinatario di questa sofferta e meritata vittoria. Toccherà all’On. Ministro portare a compimento i non pochi problemi che affliggono l’emigrazione: questa è veramente l’ultima occasione per il nostro Paese di ricompattare le sue legioni all’estero, organizzare, dare corpo e sostanza alla Circoscrizione estero, quella grande realtà che Mirko Tremaglia ha saputo con grande intuito giuridico e senso della realtà individuare, fare riconoscere ed inserire nel nostro Ordinamento giuridico.

Una era nuova si apre per l'emigrazione, gli italiani all’ estero possono sperare finalmente di vedere riconosciute le loro potenzialità, di poter svolgere ruoli concreti di importanza determinante per il nostro Paese sia nel settore economico, culturale che politico. Al Ministro Tremaglia toccherà organizzare queste realtà, porle a frutto, dar prova delle loro valenze, della utilità e convenienza per l’Italia, dar forma e contenuto alla Circoscrizione estero, contarla, classificarla, porla in marcia, farla produrre: sarà una impresa immane che necessiterà dell’aiuto di tutti, ma che soltanto la passione, la lungimiranza ed il carattere di Mirko Tremaglia, oggi, è in grado di poter realizzare.

Bene, ma perché questo accada, è necessario che il Presidente del Consiglio dei Ministri affidi con l’incarico competenze che rendano possibili queste aspirazioni; è necessario che questo ministero possa realmente operare, che talune materie attinenti l’ emigrazione e gli italiani all’ estero siano affidate a questo dicastero, eliminare duplicati e sovrapposizioni, insomma si deve evitare che si ripeta quanto è accaduto nel precedente tentativo. Tra qualche giorno si terrà l’Assemblea plenaria del Cgie, il massimo organismo di rappresentanza degli italiani nel mondo, la cui presidenza per legge è affidata al Ministro degli Esteri, sarà il primo banco di prova: chi la presiederà?

Questo Ministero deve essere operativo, autonomo e produttivo. Mirko Tremaglia gode del consenso pieno ed unanime dei connazionali all’estero, può contare su di un'ampia convergenza di forze e di apporti, può effettivamente realizzare questo progetto, primo ed unico nella storia delle dottrine politiche di ogni tempo, ma perfettamente allineato alle esigenze della globalizzazione. Auguri Signor Ministro e conti con noi. (Vitaliano Vita*-Inform)

____________

* CGIE Venezuela


Vai a: