* INFORM *

INFORM - N. 116 - 13 giugno 2001

Comitato veneto delle associazioni dell’emigrazione: chiesto un maggiore coinvolgimento nell'attività regionale

VENEZIA - Si è riunito martedì 5 giugno a Mestre, Casa Urbani, il Comitato Veneto delle Associazioni dell’Emigrazione, convocato dai Presidente Prof. Franco Rebellato. Preso atto che il previsto incontro del "Comitato permanente dei Veneti nel Mondo" (organismo della: Giunta Regionale Veneta) era stato rinviato dall’Assessore ai flussi migratori, Zanon, al prossimo 26 giugno, le Associazioni hanno espresso viva preoccupazione per le sorti del programma 2001 di attività, che rischia di essere così compromesso, essendo ormai a metà anno solare senza poter contare su una definizione certa degli impegni da perseguire d’intesa con la Regione.

Il Comitato, poi, ha lamentato anche il mancato coinvolgimento nella importante occasione di incontro voluta dall’Assessore Zanon con i Veneti a Bruxelles (Belgio), il 7 giugno scorso, iniziativa di cui sono state soltanto informate per conoscenza, quasi che la realtà dell’emigrazione sia altra cosa rispetto alle Associazioni che da decenni la rappresenta.

Soddisfazione, invece, è stata espressa per il lavoro fino a qui svolto dai giovani oriundi veneti che hanno proposto una bozza di statuto per la neonata Federazione dei Giovani. Le Associazioni hanno convenuto di presentare le loro osservazioni nel merito in modo da proporre in modo unitario il prossimo 19 giugno, quando torneranno a riunirsi anche per definire un documento da consegnare alla terza Commissione consiliare permanente della Regione Veneto, sulle istanze del mondo dell’emigrazione, e da esaminare nel corso di un seminario promosso dal Presidente Gaetano Fontana. (Inform)


Vai a: