* INFORM *

INFORM - N. 116 - 13 giugno 2001

Tremaglia Ministro, le grandi attese degli italiani emigrati

ROMA - Il Segretario generale del CGIE Franco Narducci ha formulato vivissime congratulazioni al Ministro Mirko Tremaglia per l’alto incarico conferitogli, unite ad auguri di successo e buon lavoro.

La passione e la costanza che hanno caratterizzato per tanti anni l’impegno politico del titolare del nuovo Ministero per gli Italiani nel Mondo nella lotta per i diritti di milioni di cittadini italiani emigrati, sono riconosciute e apprezzate non solo dagli italiani all’estero, ma anche dai molti rappresentanti delle forze politiche che siedono in Parlamento.

Alle sfide che dovrà affrontare, il Ministro Tremaglia potrà rispondere con le sue doti migliori: la proverbiale tenacia, la sua forza d’animo e quella capacità di dialogo che negli ultimi anni ha reso possibili le riforme costituzionali per l’esercizio del voto in loco.

Il Consiglio Generale degli Italiani all’Estero attende ora i primi passi del Governo e che si chiarisca completamente il quadro delle competenze dei Ministeri e dei Ministri che in via politica e amministrativa s’interessano degli italiani emigrati. Il nuovo Ministero per gli Italiani nel Mondo dimostra di possedere carte migliori rispetto alla passata edizione; per la lunga militanza politica del Ministro, certo, ma soprattutto per le sue ampie conoscenze delle questioni riguardanti gli italiani all’estero.

Occorre agire in fretta, è indubbio. Perché siamo in ritardo sulla tabella di marcia per la preparazione della Conferenza Stato-Regioni-Province autonome-CGIE, che dovrà dare all’Italia una politica di programma per far fronte a problemi gravosi come quelli della rete consolare e della povertà che colpisce parte dei nostri connazionali, ma anche alle sfide sul piano economico e scientifico. E perché vi è l’urgenza di affrontare, in termini culturali soprattutto, la transizione generazionale che sta modificando in profondità il rapporto tra italiani emigrati e madre Patria, nonché i cambiamenti legislativi che s’impongono.

Possiamo contare su un interlocutore che ha combattuto per anni insieme al CGIE e alle forze politiche che vi sono rappresentate la battaglia per i nostri diritti, e che conosce perfettamente i percorsi che influenzano e canalizzano le politiche per gli italiani all’estero. Anche questo contribuisce a rafforzare l’azione del nuovo Ministero.

Auguri Ministro Tremaglia. (Franco Narducci*-Inform)

______________

* Segretario Generale del CGIE


Vai a: