* INFORM *

INFORM - N. 114 - 11 giugno 2001

Ruggiero: "Grazie alle collettività italiane all'estero più forte il ruolo dell'Italia nel mondo"

ROMA - Dopo il suo insediamento alla Farnesina, il Ministro degli Esteri Renato Ruggiero ha ricevuto, introdotti dal Segretario generale Umberto Vattani, i Direttori generali e i Capi servizio del Ministero, nonché i collaboratori del Gabinetto e della Segreteria particolare. A tutte le strutture del Ministero, Ruggiero - ricordando i lunghi anni del suo servizio nella carriera diplomatica - ha rivolto un saluto e un augurio di proficuo lavoro comune nella realizzazione di una politica estera improntata alla continuità, alla ricerca della pace e della stabilità, alla solidarietà. Ha quindi ricordato gli imminenti impegni internazionali che attendono il Governo, dal Vertice straordinario dell'Alleanza Atlantica a Bruxelles di mercoledì 13 giugno, al Consiglio europeo di Goteborg del 15-16 giugno, fino al G8 di Genova, sul cui successo si concentra ora il massimo impegno delle strutture ministeriali.

Il Ministro degli Esteri ha espresso apprezzamento al Segretario generale per il profondo processo di riforma positivamente completato alla Farnesina ed ha auspicato che possa proseguire il lavoro collegiale avviato per l'applicazione della riforma stessa. L'Ambasciatore Vattani, nel ringraziare il Ministro a nome degli intervenuti, ha sottolineato l'impulso che Ruggiero potrà dare alla politica estera anche in considerazione dei prestigiosi incarichi ricoperti in ambito internazionale.

Il Ministro Ruggiero ha inoltre inviato un suo messaggio alla rete diplomatico-consolare. Eccone il testo.

"All'atto dell'assunzione dell'incarico di Ministro degli Affari Esteri del nuovo Governo desidero rivolgere un saluto cordiale a tutto il personale in servizio presso le Ambasciate, le Rappresentanze permanenti, i Consolati italiani e gli Organismi internazionali.

Sono molto lieto di poter contare, nell'espletamento del mio mandato, sul patrimonio di orgogliosa tradizione, profonda competenza e alta dedizione al servizio dello Stato di tutta la Farnesina. Su queste particolari doti della nostra Amministrazione farò affidamento per affrontare, con il contributo di tutti, le sfide politiche, di sicurezza ed economiche che l'Italia e l'Europa hanno dinanzi.

Il ruolo dell'Italia nel mondo sarà rafforzato grazie all'inestimabile valore della cultura italiana, che dovremo promuovere all'estero in tutte le sue forme, e grazie alle collettività italiane all'estero, al loro lavoro in terre lontane, al loro prezioso legame con la Madrepatria.

Un augurio di buon lavoro a tutti voi, e a ciascuno di voi, e un pensiero grato per l'impegno e l'abnegazione che avete sempre dimostrato e per l'opera che continuerete a svolgere al servizio dell'Italia."

(Inform)


Vai a: