* INFORM *

INFORM - N. 111 - 7 giugno 2001

Pisa Project: una torre dritta e danzante per i giapponesi

Si rafforza l’amicizia tra Toscana e Giappone. In marmo di Carrara la statua più grande del mondo

firenze - Sarà una torre raddrizzata e danzante quella che potranno ammirare i turisti giapponesi che visiteranno Pisa. Tutto ciò sarà possibile grazie al "Pisa project 2001", presentato il 5 giugno a Roma nel corso di una conferenza stampa presso l’Istituto giapponese di cultura. I monumenti più importanti della città saranno oggetto di giochi di luce e di artifici che grazie a linee e piani inclinati, mostreranno la celebre torre dritta e quasi animata e danzante.

Nell’anno della riapertura ai turisti dello storico monumento, ma anche delle numerose iniziative di Italia-Giappone, la Toscana potenzia la sua offerta rivolta verso il pubblico del Sol Levante.

Lo fa, come ha spiegato l’assessore regionale alla comunicazione Chiara Boni, attraverso il contributo di numerosi artisti nipponici, con un progetto che "rinsalda i rapporti di amicizia tra la Toscana e il Giappone".

E i rapporti, anche dal punto di vista culturale, sono davvero intensi. Basti pensare che nella zona del marmo operano ben 200 artisti giapponesi, che hanno scelto le Apuane come loro fonte d’ispirazione e naturalmente per il marmo che usano per le loro opere.

Uno di loro, Kazuto Kuetani, sta lavorando da ben 12 anni ad un progetto di rilievo mondiale: costruire nei pressi di Hiroshima la scultura più grande del mondo, tutta in marmo di Carrara. Sono 3.000 le tonnellate di materiale apuano utilizzate finora dall’artista. Ne serviranno altre 3.000 e ancora dieci anni di lavoro su una superficie totale di 10.000 metri quadrati, prima che il progetto sia compiuto.

"Qui da noi – dice l’assessore Chiara Boni – arrivano ogni anno quasi 360.000 turisti giapponesi, con circa 750.000 presenze. Il Pisa project 2001 è rivolto a loro è questa idea realizzata in Toscana completa e si aggiunge al contributo che la nostra regione ha dato ai numerosi eventi di Italia-Giappone, una rassegna che ha preso il via oltre oceano e che ha tra le iniziative di maggior rilievo l’importantissima mostra sul Rinascimento". (tc-Inform)


Vai a: